Bariseranews.it – Oltre la notizia

Slider
Slider
Slider

Fisioterapia a casa per post Covid. Operativi dal 7 giugno 29 specialisti

70 Visite

Trattamenti di riabilitazione a domicilio personalizzati per i pazienti ancora positivi o guariti dal Covid con team di fisioterapisti a loro dedicati che saranno operativi anche con sistemi di telemedicina già da lunedì 7 giugno in tutti i distretti sociosanitari della provincia di Bari.

E’ il nuovo modello di assistenza sanitaria territoriale disegnato dalla Asl di Bari che ha avviato la formazione dei primi 29 fisioterapisti. Essi saranno impegnati nei team riabilitativi distrettuali, nell’ambito del progetto Covid@casa, promosso da Regione Puglia, Aress e Protezione civile regionale e destinato alla riabilitazione post Covid dei pazienti che hanno contratto l’infezione.

Per l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco “il Covid è stata una tragedia e noi ci siamo impegnati per rilanciare una nuova visione di sistema sanitario, e l’assistenza domiciliare di tipo riabilitativo è indicativa di questo lavoro. I professionisti che lavoreranno sui pazienti Covid in questo periodo – ha aggiunto Lopalco – resteranno incardinati nel sistema, serviranno per rafforzare i servizi di assistenza di prossimità che fanno parte della nostra visione di sanità”.

Il progetto Covid@casa è sostenuto e promosso dal Dipartimento Salute della Regione Puglia che punta a farne un primo step verso la realizzazione futura di un Dipartimento regionale dedicato alle fragilità. Lo ha confermato il direttore Vito Montanaro: “La riabilitazione a casa a beneficio dei pazienti Covid è l’embrione attraverso il quale la Regione potrà arrivare ad un modello di cura domiciliare del paziente fragile e cronico senza più dubbi sul futuro – ha commentato Montanaro – è una delle intuizioni nate con il presidente Emiliano durante la pandemia per raggiungere i nostri concittadini a casa in modo efficace per trattare la loro ripresa cardiologica, pneumologica e fisica”.

La Asl Bari – con il supporto del Dipartimento assistenza territoriale – ha lavorato in tempi rapidi alla realizzazione dei team riabilitativi, sfruttando anche l’attuale momento pandemico caratterizzato da un significativo calo dei contagi. “Ci stiamo occupando di tutte quelle persone che portano i segni del Covid – ha detto il dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce – è il momento di affrontare le cicatrici di questa pandemia e favorire la massima ripresa delle persone assicurando loro una migliore qualità della vita. Per questo abbiamo colto subito l’input della Regione – ha proseguito Sanguedolce – per fare da apripista ad una attività di sperimentazione che sfrutterà anche la telemedicina e la tele riabilitazione per valutare caso per caso”.

Slider

Promo