L’orchestra del Petruzzelli incanta San Pietroburgo: oltre 40mila spettatori in piazza Ermitage

Spief non fa rima solo con economia, ma anche con cultura. Grande successo per la delegazione pugliese in trasferta a San Pietroburgo per il forum dell’economia russo.

Ma ieri, ad incantare oltre 40mila spettatori radunatisi nella famosa piazza dell’Ermitage (una delle piu’ grandi del mondo) della città russa è stata l’orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli.

Diretta dal maestro Renato Palumbo, la delegazione del politeama barese ha portato in scena alcune delle opere più intense del repertorio sinfonico italiano: da La Gazza ladra di Gioachino Rossini, al Notturno di Giuseppe Martucci, passando per l’Ouverture Ruslan e Ljudmila di Gioachino Rossini e la Sinfonia da L’italiana in Algeri di Michail Ivanovič Glinka; interpretate anche la Sinfonia dal Nabucco di Giuseppe Verdi, l’Ouverture da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini e il preludio dal primo atto de La Traviata di Giuseppe Verdi e la sinfonia da La forza del destino di Giuseppe Verdi.

Un concerto che “resterà nella storia della Regione Puglia e dell’orchestra del teatro Petruzzelli e segnerà un indimenticabile momento di coesione umana ed artistica fra la Puglia e la Russia”, ha commentato a caldo Palumbo.

Una vicinanza tra la Russia e la Puglia resa concreta anche dalla riattivazione, a partire da oggi, del collegamento aereo Bari-Mosca, annunciato nei giorni scorsi dal presidente Michele Emiliano. “La Puglia e la Russia dal 4 giugno saranno più vicine grazie alla riattivazione del volo diretto Mosca-Bari. Su quel volo viaggeranno i turisti insieme a tante occasioni di business, investimenti e scambi per il nostro territorio” ha commentato.

Promo