Bariseranews.it – Oltre la notizia

logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

La Multiservizi punta sulla sostenibilità: acquistate attrezzature elettriche per la manutenzione del verde

425 Visite

Più produttiva, più solidale e persino più sostenibile: è questo il nuovo volto della Bari Multiservizi – municipalizzata delle manutenzioni pubbliche in città – che continua a passi da gigante il suo percorso di riscatto, lasciandosi alle spalle la gestione discutibile adottata fino a pochi anni fa.
Martedì 25 maggio, a seguito di una procedura negoziata a evidenza pubblica, l’azienda ha ricevuto una maxi fornitura di attrezzature elettriche e relativi accessori per la manutenzione dei giardini e del verde urbano. I nuovi strumenti, alimentati a batterie invece che a benzina, permetteranno di azzerare le emissioni inquinanti durante i lavori, ma anche di ridurre i livelli di rumore e migliorare il comfort per gli operatori. Il tutto con un investimento di 93mila euro oltre Iva, reso possibile grazie alla gestione virtuosa della società.

Nel dettaglio, sono stati acquistati 80 attrezzi professionali con alimentazione a batteria, di cui: 16 motoseghe, 8 rasaerba, 16 tosasiepi, 8 tosasiepi telescopici, 16 decespugliatori, 8 potatori telescopici e 8 soffiatori.
Per poterli impiegare, l’azienda si è inoltre dotata di: 80 batterie, 32 batterie a zaino con altrettanti sistemi di trasporto a spalla, 48 caricabatterie rapidi, 8 vani batteria per rasaerba e 80 smart connector (dispositivi Bluetooth per trasferimento dati).
L’intera attrezzatura, prodotta dalla Stihl – leader mondiale nel settore –, è stata fornita dal rivenditore Giovanni Maggio e Figli Srl di Rutigliano.

Proprio nella mattinata di oggi, con prove sul campo dei nuovi strumenti in piazza Gramsci (rione Madonnella) e in località Madonna della Grotta (zona industriale), si è tenuto il corso di addestramento per gli operatori della Multiservizi; data l’eccezionalità della fornitura, lo stesso produttore ha voluto curare la formazione inviando appositamente del personale dal Nord Italia.

Questo salto di qualità non è un’iniziativa isolata, ma si inserisce nel quadro di interventi mirati alla transizione ecologica che la Multiservizi sta attuando da circa tre anni: «Il consiglio di amministrazione si è posto come obiettivo l’abbattimento delle emissioni e l’efficientamento energetico già dal 2018, anno in cui l’azienda si è dotata di 16 automezzi alimentati a metano sostituendo altrettanti mezzi alimentati a gasolio. – spiega il direttore amministrativo, Francesco Schiraldi – Nel 2020, quale indirizzo strategico, abbiamo voluto adottare un ulteriore obiettivo di miglioramento del processo in atto acquistando 5 autovetture elettriche. Inoltre rientra in quest’ottica l’installazione di un impianto fotovoltaico da 42 kWp che permetterà di produrre l’energia per il fabbisogno aziendale da fonti rinnovabili». Tutti investimenti che non solo apportano benefici all’ambiente e alla collettività, ma si ammortizzano con il contenimento dei consumi e dei relativi costi.

Anche sul fronte della solidarietà, l’azienda continua a distinguersi per le sue buone pratiche. Dopo la cospicua donazione natalizia alla “Casa delle bambine e dei bambini”, nel periodo pasquale la Multiservizi ha consegnato alla parrocchia San Sabino 125 colombe e ben 170 test Covid (di cui 120 sierologici e 50 antigenici), destinati ai più bisognosi. Un grande esempio da seguire per le pubbliche amministrazioni, come pure per l’imprenditoria privata.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo