Bariseranews.it – Oltre la notizia

logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Positività al 3%, tre decessi, alle porte nuovo braccio di ferro medici-Regione Puglia

120 Visite

Il tre per cento dei tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Puglia è risultato positivo. Si tratta di 139 casi su 4699 test. Percentuale tripla rispetto alla media italiana. Tre i decessi registrati, nessuno in provincia di Bari.

Intanto si profila un altro braccio di ferro fra la Regione Puglia ed i medici di medicina generale che “chiedono alla Regione l’avvio del confronto che porti a definire con urgenza il potenziamento strutturale e organizzativo dell’intera Medicina Generale con priorità per le risorse umane – personale di studio e infermieri – di supporto alla professione. Annunciano procedure di rivendicazione e lotta sindacale conseguenti in caso di mancata risposta.

“Alla medicina di famiglia – si legge in una nota – è stato chiesto di partecipare alla campagna vaccinale e di proteggere come primario ed urgente obiettivo i soggetti estremamente fragili e quelli a domicilio a partire dall’inizio di aprile, quando ormai era chiaro a tutti che i vulnerabili, quelli che sono più esposti ad un rischio elevato di ospedalizzazione e di mortalità, erano difficilmente raggiungibili dall’organizzazione vaccinale messa in piedi fino ad allora dalla Regione e dalle Asl”. “I risultati sinora raggiunti dall’azione della Medicina generale nella fase emergenziale – continuano – sono il frutto di sacrifici certamente non ripetibili nella prospettiva di una fase ordinaria che dovrebbe chiedere ulteriori impegni”. La Fimmg Puglia “nel rivendicare l’attività vaccinale all’interno del sistema di cure territoriali come prerogativa fondamentale del ruolo della Medicina Generale nel setting della prevenzione – conclude la nota – , ribadisce la necessità che siano garantiti gli strumenti strutturali ed organizzativi per poter essere messa nelle condizioni di affrontare la sfida della prevenzione ordinaria a partire dalla prossima stagione autunnale”

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo