Bariseranews.it – Oltre la notizia

logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Strade sicure, si cambia. Arriva l’11° Reggimento

72 Visite

Passaggio di consegne del comando del Raggruppamento “Puglia e Basilicata” nell’ambito dell’operazione “Strade sicure” tra il 9° Reggimento fanteria e l’11° Reggimento genio guastatori. Nel corso di un back brief in modalità videoteleconferenza al quale ha partecipato il comandante delle Forze operative Sud, generale Giuseppenicola Tota, il colonnello Luca Carbonetti comandante cedente, ha illustrato il bilancio dei sei mesi di attività operative condotte in Puglia e Basilicata.



Gli oltre 500 uomini e donne dell’Esercito garantiscono giornalmente la sicurezza nella città di Bari, presso le principali piazze, la stazione ferroviaria e il porto. E’, inoltre, assicurato, il servizio di sorveglianza al Centro di accoglienza e richiedenti asilo (Cara) e al Centro di permanenza per il rimpatrio (Cpr) del capoluogo pugliese, al Cara di Borgo Mezzanone (FG) e al Cpr di Palazzo San Gervasio (PZ). Il dispositivo è integrato con una componente dell’Aeronautica militare per il controllo dell’aeroporto di Bari, dell’hotspot di Taranto e con un nucleo della Brigata “San Marco” che assicura il controllo presso il Cara/Cpr di Restinco in provincia di Brindisi.



Nei sei mesi appena trascorsi, estremamente impegnativi, la crisi epidemiologica ha determinato un costante aumento delle attività di controllo con oltre 3mila pattuglie, oltre 24mila persone identificate, numerosi veicoli controllati, 350 fermi per diverse tipologie di reato che hanno portato a 3 arresti e 27 denunce a piede libero, cui si aggiungono numerosi interventi in soccorso di cittadini colti da malore o vittime di incidenti stradali.



Durante gli interventi congiunti con le forze dell’ordine sono state sequestrate armi da fuoco, munizioni ed un considerevole quantitativo di sostanze stupefacenti. Tali risultati sono stati raggiunti grazie alla professionalità ed allo spirito di sacrificio delle donne e degli uomini del 9° Reggimento fanteria e della componente interforze che, attraverso il loro silenzioso e diuturno lavoro, perfettamente integrati con le forze di polizia, operano a supporto e al servizio del Paese.


banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo