Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Marò definitivamente prosciolti in India, dure accuse della moglie di Latorre

110 Visite

Con il versamento da pare dell’Italia di 100 milioni di rupie, pari a circa un milione di euro, si è definitivamente conclusa la vicenda dei fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre accusati dalla Corte di Giustizia indiana dell’uccisione di due pescatori del luogo al largo delle coste del Kerala nel 2012 e a lungo trattenuti in quel paese. I due militari erano impegnati in azione antipirateria a bordo della nave commerciale italiana Enrica Lexie.

Ma ora scoppia una violenta polemica nel nostro paese. A Roma era stata aperta una inchiesta dalla Procura della Repubblica, ma le autorità militari avevano imposto il silenzio ai due fucilieri che non hanno mai potuto raccontare tutto quello che volevano e potevano.

Anche in queste ore sono le loro consorti e l’avvocato di Massimiliano Latorre a rompere il silenzio e a definire “carne da macello per la politica italiana” i loro congiunti dopo 9 anni in cui hanno vissuto segregati o perché prigionieri del governo indiano o perché minacciati di pesanti sanzioni nel caso avessero parlato.

Il legale di Latorre annuncia che il suo assistito sarà sentito nelle prossime settimane dalla Procura di Roma e in quella sede parlerà a 360 gradi facendo piena luce sulla vicenda.


banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo