Evade due volte dai domiciliari per poter scontare la pena in carcere. Arrestati anche 2 spacciatori

Tre arresti è il bilancio di tre distinte operazioni condotte ieri dai Carabinieri della Compagnia di Bari Centro.

Le prime due riguardano la droga. Una pattuglia della Stazione di Bari Carrassi, in servizio di “Carabiniere di quartiere”, ha arrestato un 20enne del quartiere Madonnella per detenzione ai fini di spaccio di droga. Il giovane, già noto, era a bordo della sua Fiat Panda vicino al Campus in via Orabona. Alla vista dei militari, ha tentato di evitare il controllo ma è stato fermato lo stesso. Nella leva del cambio c’erano 12 dosi di cocaina e addosso aveva 50 euro, provento dello spaccio. A casa sua, invece, è stata trovata anche una dose di marijuana nella cappa della cucina. Il magistrato ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

A Japigia, un’altra pattuglia ha arrestato un 25enne sempre per droga. In via Eraclide hanno riconosciuto il giovane a bordo di una Opel Corsa. Dopo un breve inseguimento, è stato fermato e perquisito. Aveva 10 dosi di cocaina e la somma di 565 euro in contanti, frutto dello spaccio. Anche in questo caso sono scattati gli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

In serata, è stato arrestato per evasione un 55enne del quartiere Madonnella. L’uomo è evaso dagli arresti domiciliari per raggiungere la Stazione dei Carabinieri di Bari Scalo in via Tanzi. Ai Carabinieri è parso evidente la ragione del gesto: la difficile convivenza forzata con la famiglia ha costretto l’uomo ad evadere dai domiciliari due volte, la stessa scena era avvenuta il 15 giugno, pur di essere arrestato ed essere condotto in carcere, dopo poter scontare la pena “in santa pace”. Ora si trova nella casa circondariale di Trani, lontano dalla famiglia.

News dal Network

Promo