Bariseranews.it – Oltre la notizia

Beni confiscati alla criminalità, ecco le associazioni che li gestiranno

83 Visite

Sono state individuate le associazioni affidatarie dei beni confiscati alla criminalità organizzata

E’ stata  approvata la graduatoria e il conseguente affidamento degli immobili confiscati alla criminalità organizzata di proprietà del Comune di Bari ad esito del relativo avviso pubblico.

Questo l’elenco dei beni confiscati e delle associazioni affidatarie:

Appartamento + cantinola  a Bari in Via Loiacono n. 7 è stato assegnato alla Ass. Cooperativa sociale C.A.P.S. a r.l. Onlus

A Bari     in Via Loiacono n. 7      Appartamento + cantinola     42 stato anche questo affidato     Ass. Cooperativa sociale C.A.P.S. a r.l. Onlus

La villa a        Bari via Morelli e Salvati n. 60             sarà di competenza dell’ Ass. Solidarietà Soc. Coop. Soc. mentre  il locale in Bari  Piazza San Pietro dell’     Ass. L’Arcolaio APS

 A    Bari il locale in Via Buccari n. 133 sarà affidato        Ass. Penelope Puglia ODV mentre l’intero complesso immobiliare in Via Santa Maria n. 50 composto da 5 unità sarà di pertinenza dell’ Ass. Progetto Futuro.

Il locale in      Via Principe Amedeo n. 373 Locale è stato affidato Ass. HELP assistenza e tutela per tutti, mentre il locale commerciale in Via Calefati n. 410-412        con annesso box sarà gestito  dall’       Ass. La Forza delle Donne

 Con successivi provvedimenti si provvederà alla dettagliata specificazione dei rapporti di concessione.

Dunque, i beni prima in possesso della criminalità organizzata tornano in uso della collettività, specie se la gestione riguarda associazioni che sono radicate sul territorio e si prodigano per rendere la vita più semplice a chi ha problemi o a far sentire non abbandonate le persone che non possono contare su un supporto.

Il bene così si aplia e si diffonde a vantaggio della città tutta evitando emarginazione, abbandono e promuovendo l’inclusione.

Promo