Acquista telefono Iphone, ma era rubato. Giovane di 31 anni di Bari rischia multa e sei mesi di reclusione

E’ accusato del delitto cui all’articolo 712 del Codice Penale un giovane barese di 31 anni per aver acquistato un telefonino Iphone su una delle principali piattaforme di compravendita mondiale. Il telefonino acquistato, dopo le verifiche effettuate dagli inquirenti, infatti, è risultato rubato durante una rapina ad un minorenne.

Al giovane barese viene contestato il reato cui all’art. 712, perchè senza averne accertata la legittima provenienza, acquistava da G.N., 26enne anch’egli di Bari, al prezzo di 500 euro il telefono cellulare provento della rapina a minore. L’accusa sostiene che «in relazione alle modalità dell’offerta, all’entità del prezzo e alle reali condizioni  di acquisto (senza scatola di custodia, garanzie della casa madre, scontrino di acquisto) doveva fondatamente ritenere che l’Iphone fosse proveniente da un reato». 

Ora il giovane rischia fino a sei mesi di reclusione e una ammenda.

 

Promo