Approvati gli interventi di dragaggio dei fondali marini e gestione dei sedimenti estratti nel porto di Molfetta

Nel mese di luglio dello scorso anno la Regione Puglia aveva ammesso a finanziamento il progetto di fattibilità tecnica ed economica denominato “Porto di Molfetta – Interventi di dragaggio dei fondali marini e gestione dei sedimenti estratti”, redatto dall’ing. Carmela Genco, dell’importo complessivo di € 656.238,31.

Successivamente veniva sottoscritto il Disciplinare regolante i rapporti tra la Regione Puglia e il Comune di Molfetta per la realizzazione dei suddetti interventi.

Tuttavia il Comune di Molfetta – Settore Territorio ritenendo di dover anticipare l’attività di bonifica bellica dei fondali marini, nello scorso mese di maggio ha trasmesso alla Regione Puglia la richiesta di rimodulare il cronoprogramma dell’intervento, distinguendo le attività di bonifica bellica, immediatamente realizzabili in quanto non necessitano di pareri ambientali, da quelle di dragaggio e gestione del materiale dragato, fermo restando l’unitarietà dell’intervento.

Cronoprogramma che veniva approvato dalla Regione Puglia.

Di conseguenza gli interventi previsti nel progetto di bonifica bellica costituiscono “lotto funzionale” dei complessivi “Interventi di dragaggio dei fondali marini e gestione dei sedimenti estratti” del Porto di Molfetta, tale da assicurarne funzionalità, fruibilità e fattibilità indipendentemente dalla realizzazione delle altre parti, in linea con la rimodulazione delle attività approvate dalla Regione Puglia, ed il cui quadro economico rientrata nel quadro economico complessivo dell’opera finanziata, ovvero € 656.238,31.

Mimmo Spadavecchia

Promo