G20 sul clima, Patty L’Abbate (M5S): “Il no di Russia, Cina e India non deve fermare la nostra battaglia per salvare il pianeta”

«La battaglia dell’Italia e di tutti gli ambientalisti non si deve fermare. Dobbiamo continuare a insistere sulla tutela del pianeta e sulla lotta ai cambiamenti climatici. Dispiace che al G20 di Napoli sul clima, cinque Paesi, fra cui Cina, Russia e India che insieme creano  ben l’80 per cento del pil mondiale, e sono responsabili dell’85% delle emissioni dei gas effetto serra, non abbiano firmato l’accordo per mantenere nella prossima decade la temperatura del pianeta entro i 2 gradi rispetto ai livelli pre-industriali e per eliminare il carbone dalla produzione energetica nel 2025.

L’Italia, come sempre, fa la sua parte ma il suo impegno, al pari di altre nazioni virtuose, resta una piccola goccia nell’oceano se tutto il mondo, e soprattutto i Grandi della Terra, non vanno nella stessa direzione. Occorre continuare a lavorare su questi temi perché la pandemia ha reso quanto mai più urgente la necessità, nell’era della resilienza, di cambiare completamente approccio, mitigazione ed adattamento alla CO2, con un modello di produzione e di consumo ecologico, sostenibile ed equo».

Promo