Bari, prestiti denaro con tassi interesse 180%: arrestato 53enne

Prestiti di denaro con applicazione di tassi di interesse del 180 per cento: un 53enne residente a Cerignola (Foggia) è stato arrestato in flagranza di reato dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Bari con le accuse di usura aggravata e continuata.

Le indagini sono partite lo scorso mese di maggio, quando un imprenditore di Trani (Bat), operante nel settore calzaturiero, ha raccontato ai finanzieri di essere caduto nella morsa dell’usura riferendo che nel 2015, versando in gravi difficoltà finanziarie, si era rivolto a una persona di Cerignola ottenendo il prestito di 50mila euro. “Il debito dell’imprenditore è aumentato sensibilmente nel tempo, anche per effetto dell’applicazione di tassi di interesse usurari che hanno raggiunto il 180% su base annua”, spiegano gli investigatori in una nota.

Promo