Bariseranews.it – Oltre la notizia

La parlamentare Galizia (M5S) e la sicurezza informatica

81 Visite

La parlamentare Francesca Galizia ci parla di sicurezza informatica e dell’approvazione in Aula del Dl sulla Cybersicurezza.
Approvato un decreto col quale si punta a colmare un gap infrastrutturale che rischiava di mettere in ginocchio, in caso di attacchi hacker, la macchina amministrativa e istituzionale del nostro Paese.

“Il nostro Paese sconta un enorme ritardo rispetto agli altri Paesi europei. Con questo decreto. La pandemia ha evidenziato ulteriormente l’importanza dei servizi digitali, del trattamento dei dati dei cittadini e soprattutto della loro conservazione sul cloud. Nel corso dell’esame in commissione abbiamo affrontato diverse criticità relative alla nascente Agenzia nazionale per la cybersicurezza (Anc) che abbiamo risolto in parte con emendamenti e correttivi. Occorrerà armonizzare le funzioni dell’Agenzia che si va a costituire non la struttura di intelligence che fa capo al DIS in considerazione delle rispettive competenze. Inoltre, abbiamo anche introdotto pareri parlamentari per i regolamenti e decreti attuativi, sulle iniziative da adottare per la crittografia come strumento di cybersicurezza, la qualificazione dei servizi Cloud della PA, oltre alla relazione annuale del Presidente del Consiglio al Parlamento sull’agenzia. Occorre adottare requisiti imprescindibili di sicurezza visto che si dovranno gestire e custodire i dati di milioni cittadini. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) stanzia per la digitalizzazione dell’architettura infrastrutturale della PA 620 milioni di euro. Il perimetro della sicurezza nazionale, quindi, dovrà essere chiaro. Non possiamo più perdere tempo, il settore della cybersecurity è in continua evoluzione, dobbiamo correre se vogliamo essere competitivi e all’altezza degli altri Paesi europei” (i colleghi deputati del M5S in commissione trasporti e telecomunicazioni).

 

Promo