Le Asl pugliesi non esigeranno il pagamento di prestazioni di pronto soccorso non seguite da ricovero

Grazie ad una legge regionale, presentata dal Consigliere di Fratelli d’Italia Ignazio Zullo, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, le ASL pugliesi non richiederanno ai pazienti il pagamento delle prestazioni di pronto soccorso non seguite da ricovero, precedenti al 30 giugno 2016. Lo stesso vale per i ticket non versati per un’esenzione dichiarata ma insussistente.

Pertanto le Asl stralcieranno dalle scritture contabili tutte le rivalse per omesso versamento e omessa compartecipazione alla spesa sanitaria, riferite ai ticket di pronto soccorso dovuti dai cittadini alle Asl.

Saranno annullate anche le sanzioni per la mancata disdetta delle prenotazioni emesse a carico di quanti avevano l’esenzione del ticket sanitario.

Mimmo Spadavecchia

Promo