Violenta rissa nella sala bingo, coinvolti anche due minorenni e una donna incinta

Ci sono voluti ben 4 equipaggi delle Volanti per sedare una rissa in corso in una sala bingo a Bari. il fatto è accaduto nella notte tra il 26 e il 27 luglio. Una volta riportata la calma, non senza difficoltà, gli agenti hanno ricostruito la vicenda.

Per futili motivi, due gruppi di persone si sono scontrate violentemente, senza esclusione di colpi: si tratta di tre italiani pregiudicati, tra cui 2 minorenni, e due cittadini rumeni incensurati, tra cui una donna incinta. Questi ultimi avrebbero ricevuto l’aggressione. È intervenuto anche il 118 per curare le ferite e accertarsi delle condizioni della donna. Tra i presenti sono stati identificati numerosi spettatori con precedenti penali, tra i quali 4 persone, due minorenni, destinatari di avviso orale del Questore. I tre aggressori invece sono stati denunciati per rissa aggravata.

Dai controlli, inoltre, è emerso che né il gestore dell’attività, né il personale di sala hanno chiamato le Forze di Polizia per interrompere la violenta rissa. Violata anche la normativa che impone il divieto di ingresso alla sala di minori e i persone moralmente sospette e pericolose. Per queste ragioni, è stata autorizzata la sospensione della licenza per 15 giorni.

Un fatto molto grave se si considera che nessuno è intervenuto per calmare gli animi, non sono state allertate le forze dell’ordine e sono stati coinvolti nella rissa due minorenni e una donna incinta. Una condotta sociale estremamente pericolosa che potrebbe portare a serie conseguenze per gli attori e per la comunità.

Promo