Emergenza sangue. Si attiva il consigliere Melchiorre

Giornata della Donazione del Sangue, promossa da oltre vent’anni dal consigliere comunale, Filippo Melchiorre: “Oltre al Covid c’è un’altra emergenza da gestire: quella della raccolta del sangue”.

“C’è in atto un’altra emergenza, oltre al coronavirus, quella della raccolta sangue. Per effetto della paura di Covid-19 le donazioni sono calate in tutta Italia per questo non dobbiamo interrompere questo gesto di solidarietà”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia al Comune diBari, Filippo Melchiorre, promotore, da oltre vent’anni, in piena estate, di una giornata per la donazione del sangue, in un periodo in cui notoriamente si registra un calo nelle donazioni a fronte di un aumento di richiesta di sangue.
Di qui la necessità di rinnovare l’appello, “una chiamata alle armi che organizzo ogni anno – dichiara il consigliere – nella consapevolezza che chi ricopre un incarico pubblico ha il dovere di essere portatore di valori e messaggi positivi nei confronti della comunità. I donatori abituali, ma soprattutto quelli che non hanno mai donato, vanno stimolati e sollecitati. La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo a cui ognuno di noi può attingere in caso di necessità e in ogni momento per questo è importante ampliare la fascia di donatori soprattutto in un periodo dell’anno di seria necessità quali i mesi estivi”.
All’appello hanno risposto rappresentanti delle istituzioni, del mondo dello spettacolo, dello sport, dell’economia e del mondo dell’associazionismo che, con un piccolo grande gesto, diventano testimonial della cultura della donazione: i sindaci di Acquaviva e Terlizzi, Davide Carlucci e Ninni Gemmato, l’assessore alla sviluppo economico del Comune di Bari, Carla Palone, i consiglieri comunali di Bari Carelli, Cascella, Ciaula, Cipriani, Loprieno, Picaro e Ranieri, il coordinatore dei dirigenti tecnici dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Forliano, gli imprenditore Francesco Divella (F. Divella spa di Rutigliano), Giovanni Sforza (Mobilfirma di Altamura), Paolo Bevilacqua (Tecnoacciai srl a Modugno), Nicola Coniglio (dell’omonima azienda di produzione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli ad Adelfia), Vincenzo Arnone (Fashion Studio, agenzia di rappresentanza di marchi come Havaianas, New Balance, Russell Athletic, FJallraven), Gianluca Paparesta, dirigente sportivo ed ex arbitro di calcio, Gianluigi Trevisi(imprenditore culturale),l’attore Nicola Pignataro, Vito Palumbo (responsabile relazioni esterne Acquedotto), rappresentanti associazione bersaglieri,
A tutti coloro che sono intervenuti sono stati fatti doni messi a disposizione da sindaci e imprenditori: le cipolle di Acquaviva, note per le proprietà benefiche sulla salute, i fiori di Terlizzi, l’uva, il pane di Altamura e le infradito Havaianas.
A fine mattinata nel Centro Trasfusionale del “Di Venere”, diretto dal dott. Domenico Visceglie, sono state registrate oltre 50 adesioni e raccolte circa 40 sacche di sangue.

Promo