Estate di controlli, 4 interventi della Polizia. C’è anche una festa neomelodica

Nonostante l’aumento dei casi di Covid, nonostante il gran caldo, nonostante i divieti di assembramento, nonostante le normali norme di ordine pubblico da seguire quotidianamente, c’è chi ancora fa di testa sua.

Gli agenti della Sezione Volanti della Questura di Bari hanno interrotto un concerto non autorizzato al quartiere Madonnella. Ben 3 equipaggi, con il supporto anche degli agenti della Polizia Locale, hanno sorpreso un cantante neomelodico 20enne napoletano, accompagnato da un DJ 48enne e un attrezzista 47enne, entrambi originari della provincia di Napoli e con precedenti di polizia, cantare per il compleanno del figlio di un 42enne pluripregiudicato barese che ha compiuto 20 anni. Interrotto praticamente alle prime battute, agli organizzatori è stato contestato il reato di spettacoli o trattenimenti pubblici senza licenza.

Ieri mattina, invece, è stata segnalata la presenza di una persona scomparsa in una struttura alberghiera. Si tratta di una cittadina nigeriana di 26 anni che mercoledì scorso si era allontanata da una comunità di accoglienza di Giuliano In Campania, in provincia di Napoli. La donna ha minacciato con un coltello un’operatrice della struttura per farsi aprire la porta d’accesso e fuggire con il figlio di 2 anni, di non possiede più la potestà genitoriale. Sul posto, due volanti hanno poi rintracciato la donna che è stata denunciata per minacce gravi e aggravate e inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria. Il figlio è stato affidato ai Servizi Sociali del Comune di Bari. Ora si trova in una struttura protetta.

Infine, doppio intervento ieri pomeriggio in piazza Umberto. Gli agenti hanno perquisito un 17enne con precedenti penali in materia di stupefacenti. La madre aveva denunciato la scomparsa 10 giorni prima. Poco dopo, in Questura, i due si sono riabbraccati. In un altro punto della piazza, due equipaggi hanno controllato una Mercedes grigia segnalata per furti in abitazione. A bordo c’erano due cittadini georgiani, un 41enne pluripregiudicato, già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, e un 33enne incensurato. Gli agenti li hanno accompagnati in Questura per il fotosegnalamento e sono stati affidati all’Ufficio Immigrazione.

Promo