RAI: Bari, la “Porta d’Oriente” protagonista di “A sua immagine”

Definita da papa Francesco ”capitale dell’ecumenismo”, Bari è lo scenario privilegiato dell’incontro tra popoli, civiltà, religioni e chiese dell’intero Mediterraneo.

La sua storia millenaria, le leggende, il legame viscerale con san Nicola, le 240 edicole votive del centro storico, i suoi colori, profumi e sapori la rendono una città tra le più magiche in Italia per bellezza, natura e tradizioni. Sabato 31 luglio, su Rai1 alle 15.45, si vedranno le prime testimonianze cristiane attraverso il bellissimo e grande ”mosaico di Timoteo” dal nome del committente menzionato nell’iscrizione, che fece decorare la sala a sue spese sciogliendo un voto. Il mosaico, di grandissima importanza artistica, è, per stato di conservazione, secondo solo a quelli di piazza Armerina in Sicilia. Lorena Bianchetti incontrerà Gabriella Genisi.

La creatrice del personaggio di Lolita Lobosco, grande successo di Rai1, racconterà il suo legame profondo con BARI. A seguire ultimo appuntamento con ”Le ragioni della speranza” e don Luigi Verdi della Fraternità di Romena. In questa puntata si andrà alla scoperta del Monastero di San Magno a Fondi (Latina), dove don Francesco Fiorillo ha fondato una fraternità simile a quella di don Luigi. Ospite d’eccezione un amico comune di entrambi i preti: Moni Ovadia, attore, musicista, artista poliedrico e fine intellettuale. Con lui si rifletterà sull’ultimo verbo del percorso di rinascita: ”Saziarsi”.

Promo