Rocco Anelli presenta a Mola “I bagnanti”

Sarà presentato il prossimo 9 agosto presso il giardino interno della Libreria Culture Club Cafè (in via N. Van Weresthout 53) di Mola di Bari il romanzo “I bagnanti” di Rocco Anelli. A intervistare l’autore sarà il direttore di sicurezza e qualità dell’ASL di Bari, Vincenzo De Filippis. Inizio alle 19.00.

Cosa sono l’erotismo e la scoperta dei sensi per dei ragazzi sulla soglia tra l’adolescenza e l’età adulta? I bagnanti cercano disperatamente di diventare grandi, attraverso prove di coraggio e riti di iniziazione. L’acqua e la luce, simboli di rinascita e catarsi, aiuteranno i ragazzi a lavarsi e a disfarsi di un’immaturità che essi indossano orgogliosamente, sotto forma di nomignoli. Il Riccio, il Pugile, Mezzalira, Arpione, Anguilla, la Pizia: personaggi che traggono ispirazione da capolavori dell’arte plastica (come Ratto delle Sabine di Giambologna, Pugilatore Creugante e Paolina Borghese Bonaparte come Venere Vincitrice di Antonio Canova) e figurativa (Bagnanti di Paul Cézanne, Scena d’estate di Jean-Frédéric Bazille, La Zattera della Medusa di Théodore Géricault, Sibilla Delfica di Michelangelo Buonarroti, Venere allo Specchio di Diego Velázquez, eccetera) per meglio raccontare di metamorfosi ed esperienze catabatiche. Discese e ascese che portano i ragazzi dal porto sicuro dell’innocenza alle terre misteriose del sesso e della corruzione, della tragedia e della morte, ma anche del sogno e dell’amore.

Rocco Anelli si è laureato in Film e Media Digitali presso l’American University of Rome e diplomato in Canto Lirico presso il conservatorio E.R. Duni di Matera. Ha curato le regie di opere liriche e teatrali, come la Tosca o il Rigoletto, o di opere cinematografiche da lui scritte, come il cortometraggio “I gemelli”.

Promo