Da Molfetta una bella storia di integrazione e amore

Oggi vi vogliamo fare conoscere, grazie a Laura Triminí, Responsabile Progetto Sai Molfetta Oasi2 San Francesco Onlus, una bella storia di integrazione, amore e che profuma di fiori d’ arancio.

“Elizabeth arriva a Molfetta nel 2018. È una ragazza nigeriana, è giovanissima ma ha già imparato a parlare italiano. Entra nel progetto Sprar, gestito dalla comunità Oasi2 San Francesco Onlus e inizia così un percorso di crescita fatto di legami, sfide, a volte conflitti. Sempre con tanto rispetto, Elizabeth va avanti nel suo progetto, supportata dagli operatori che ormai la conoscono bene, é la loro piccola Eli. La scuola di italiano, i laboratori, le uscite culturali, le tante questioni legali e burocratiche e poi, il tanto agognato tirocinio lavorativo. Inizia una nuova esperienza in un bar di Molfetta e Eli impara a fare il caffè, il cappuccino, l’espressino, il latte macchiato e così via. Il lavoro le piace ma dopo alcuni mesi il tirocinio finisce e il suo datore di lavoro non può assumerla. Elizabeth dovrà cercare un altro lavoro. É il suo obiettivo. Poi arriva una telefonata agli operatori, un ritardo sospetto si tramuta in una gravidanza. Elizabeth è felice, presenta alla sua seconda famiglia di operatori il suo compagno, Julius. Julius è un ragazzo nigeriano che vive a Bari, lavora già ma senza grandi prospettive. Decidono che insieme si prenderanno cura della bimba che arriverà a breve. Vogliono diventare una famiglia. E così anche Julius entra nel progetto, convivono per la prima volta, si uniscono ancora di più. Mentre la pancia di Elizabeth cresce, Julius si concentra nella cosa più importante: trovare un lavoro, un lavoro che possa permettere di essere un buon padre di famiglia, che possa permettere di iniziare un percorso di autonomia fuori dal progetto. Anche per Julius inizia un tirocinio formativo che dopo pochi mesi si trasformerà in un contratto vero. Grazie alla sua dedizione, alla sua serietà e professionalità Julius lavora presso un autolavaggio e il suo impegno è apprezzato e premiato. Nasce la piccola Jewel, un vero gioiello a coronare la neonata famiglia. E allora manca un’ultima cosa: ufficializzare la loro unione, sposarsi! Elizabeth e Julius si sposano, circondati dalle loro famiglie e dalla loro seconda famiglia italiana, con cui hanno condiviso questo bel momento di gioia! E noi tutti facciamo loro di nuovo tanti auguri di tanta felicità! Li festeggiamo con affetto mentre li accompagniamo nell’ultima tappa che precede l’uscita dal progetto e la vita in autonomia.”
Noi non possiamo che unirci al loro augurio, felici del loro percorso, nella speranza che altri giovani realizzino i loro sogni.

Paola Copertino

Promo