Quanta difficoltà per raggiungere l’Ufficio Protesi dell’Ospedale di Molfetta

Sta creando parecchi disagi ai cittadini la collocazione dell’Ufficio Protesi del presidio ospedaliero di Molfetta.

Di questa problematica si fa portavoce la Consulta Femminile del Comune di Molfetta che ha inviato una nota a firma della Presidente Sara Pisani, al Direttore del Distretto Socio Sanitario e per conoscenza al Dirigente Medico e ai Responsabili Ufficio Protesi del presidio ospedaliero di Molfetta che pubblichiamo qui di seguito:

La Consulta femminile del Comune di Molfetta, come da statuto, si è resa da sempre portavoce delle istanze provenienti dalla società civile e accoglie le numerose lamentele relative all’accesso dell’Ufficio protesi di Molfetta per raggiungere il quale occorre fare, all’interno dell’ospedale, un lungo percorso per poi scendere attraverso una scala di ferro poco agevole.

La Consulta non solo ritiene che questa collocazione dell’Ufficio protesi sia poco opportuna per una utenza cosi fragile, spesso costretta a delegare altri anche per la sola consegna della documentazione, ma che sia violata la normativa italiana sull’abbattimento delle barriere architettoniche.

Gli ostacoli fisici sono sempre fonte di disagio per la mobilità di chiunque ed in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea.

La Consulta, certa di trovare in lei un interlocutore attento e sensibile, chiede che l’ufficio protesi venga spostato in un luogo più idoneo per dare a tutti la possibilità di accedere in piena autonomia.

Mimmo Spadavecchia

Promo