PD. Stefano: “Contrasti con Emiliano, mi autosospendo dal partito”

“Mi autosospendo dal Partito democratico, in attesa di un chiarimento non più rinviabile e che, mi auguro, possa avvenire il più presto possibile”. Lo dichiara, in una nota, il senatore pugliese del Pd Dario Stefano che ha inviato una lettera ai vertici pugliesi e nazionali del partito. Il dissenso si è concretizzato in un commento lasciato dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a un post del primo cittadino di Nardò Pippi Mellone con cui “ha confermato un chiaro endorsement alla sua ricandidatura a sindaco di Nardò. Inutile sottolineare che Mellone è notoriamente un militante di movimenti di estrema destra. Inutile ricordare anche che il Pd a Nardò è parte attiva di un’altra coalizione”, spiega.

“Non censuro Emiliano, ma non condivido – evidenzia -. E credo che si possa, si debba, stigmatizzare il silenzio del Pd davanti a comportamenti così evidenti e dinanzi a tali anomalie”. A Stefano poi non è piaciuta la legge sull’enoturismo “che contraddice – in maniera quasi ideologica – un’iniziativa nazionale sullo stesso tema, portata avanti dal Pd”.

Promo