Neonato in pericolo vita salvato da Areonautica militare

Un neonato in pericolo di vita aveva bisogno di essere trasferito d’urgenza dall’ospedale “Di Venere” di Bari all’ospedale pediatrico “Bambino Gesu'” di Roma: in suo soccorso e’ intervenuta l’aeronautica militare. Circa un’ora fa, infatti, all’aeroporto di Ciampino è atterrato un velivolo da trasporto C-130J della 46^ Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare che ha trasportato dall’aeroporto di Bari Palese un’ambulanza con a bordo il piccolo. La richiesta di trasporto sanitario d’urgenza è arrivata dalla Prefettura di Bari alla Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea.

Sono state avviate tutte le procedure necessarie all’attivazione dell’equipaggio della 46^ Brigata Aerea di Pisa in prontezza operativa per questo genere di missioni. In particolare, la gestione e il coordinamento della missione è stata condotta dalla Sala operativa del Comando delle Operazioni Aerospaziali dell’Aeronautica Militare con sede a Poggio Renatico che ha attivato la 46^ Brigata Aerea, uno dei reparti di volo dell’Aeronautica Militare che assicura il trasporto di personale e materiale ovunque sia richiesto. La particolare tipologia di trasporto necessitava di un vettore di grandi dimensioni, e per questo è stato individuato il C-130J, in grado di trasportare al proprio interno un’ambulanza con a bordo il neonato. Ad assistere il piccolo durante tutto il volo di trasferimento un’equipe di personale sanitario specializzato. Una volta che il velivolo militare è atterrato a Ciampino, l’ambulanza e’ sbarcata e ha proseguito la sua corsa verso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Promo