Vaccino. Puglia, aperture straordinarie e mezzi mobili per dosi a under 18

Le Asl pugliesi “dovranno mettere in atto tutte le strategie utili per raggiungere la massima vaccinazione dei più giovani entro il 31 agosto”. È quanto disposto dal dipartimento Promozione della salute della Regione Puglia dopo l’annuncio del commissario per l’emergenza covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, delle vaccinazioni a sportello per chi ha tra i 12 e i 18 anni a partire dal lunedì prossimo.

La regione prevede “aperture straordinarie a sportello, campagne dedicate con mezzi mobili, riduzione del tempo tra prima e seconda dose”, spiega l’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco evidenziando che “la Puglia, in linea con quanto disposto dal commissario, dà priorità ai giovani e rafforza le iniziative già intraprese per coinvolgerli nella campagna vaccinale”. “A partire dal 23 agosto, in vista del nuovo anno scolastico, adesso le Asl sono pronte ad attivarsi per ulteriori iniziative mirate, dedicate proprio alla fascia di età 12-18 anni”, aggiunge l’epidemiologo. In Puglia finora sono state somministrate 214.298 dosi ai ragazzi tra i 12 e i 19 anni.

Il 47% dei ragazzi ha ricevuto la prima dose contro la media nazionale del 42,5% mentre ha completato il ciclo vaccinale il 20% dei più giovani contro la media nazionale del 22%. “Le direzioni generali delle Asl – spiega il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro – sono state abilitate a riempire le agende degli hub vaccinali consentendo la vaccinazione anticipata dei 12-18enni già a partire da oggi. Questa operazione verrà fatta nel rispetto dei target anche grazie alle circa 200mila dosi in più in arrivo sino a fine mese. Non ci saranno solo vaccinazioni a sportello, ma maggiori opportunità di prenotazione e vaccinazione quasi immediata.

Per ragioni legate alla organizzazione, al caldo e alla sicurezza degli hub è sempre opportuno prediligere la prenotazione con il sito http://www.lapugliativaccina.it, con le farmacie o con il numero verde”. La circolare indica anche di ridurre a 21 giorni l’intervallo di somministrazione per i 12-18 anni per le seconde dosi dei vaccini a Mrna “in modo da raggiungere la massima copertura in vista dell’apertura delle scuole”, conclude la Regione.

Promo