I grandi danni del caldo torrido: rovinate intere distese di pomodori

Il caldo torrido di questi giorni sta creando grossi problemi.

Uno dei settori più colpiti è l’agricoltura.

La denuncia arriva dalla Coldiretti Puglia che sottolinea come il 20% del pomodoro è andato già perso in Puglia a causa del caldo torrido.

A questo si aggiunge il problema dei trasporti che sta facendo marcire il prodotto in campo.

Infatti si registra l’assenza di camion disponibili per trasportare miliardi di chili di pomodoro da conserva alle industrie di trasformazione, proprio mentre l’afa assedia le campagne con temperature che sfiorano i 50 gradi.

Così si mette a rischio una filiera di eccellenza del made in Italy che esporta quasi 2 miliardi di euro di pummarola, passata e sughi in tutto il mondo.

Inoltre Coldiretti Puglia denuncia che ci sono intere distese di pomodori cotti dal sole, mentre sono schizzati i costi di gestione.

In questo scenario, sono venuti infatti improvvisamente e inspiegabilmente a mancare” – sottolinea Coldiretti Puglia – “i mezzi e i conducenti necessari a trasferire il raccolto negli stabilimenti di lavorazione della Puglia verso le industrie di trasformazione della Campania“.

Ricordiamo infine che la Puglia nella filiera del Sud Italia, con 15.527.500 quintali di pomodoro da industria su una superficie di 17.170 ettari prodotti, detiene la quasi totalità della produzione del pomodoro, a differenza della regione Campania con 2.490.080 quintali di pomodoro su una superficie di 3.976 ettari.

di Mimmo Spadavecchia

Promo