Bar, divertimento e relax in riva al mare: la nuova Torre Quetta pronta per l’autunno

La vicenda di Torre Quetta arriva alla svolta decisiva: lo scorso 12 agosto è stata ufficializzata la concessione dei servizi previsti per il lido cittadino all’Ati composta da Gruppo Ideazione, La Lucente e Cube Comunicazione per i prossimi tre anni.

Con tutte le vicissitudini che hanno attraversato la procedura a evidenza pubblica, ormai la stagione estiva è bruciata. E allora, la nuova Torre Quetta scalda i motori per la partenza in autunno: “L’amministrazione comunale e il soggetto concessionario intendono utilizzare gli spazi della spiaggia tutto l’anno, nel bando non ci sono limiti”, spiega Carla Palone, assessore cittadino allo Sviluppo economico e al Mare.

E così, quindi, il vestito cucito addosso alla spiaggia di Torre Quetta prevederà bar, locali, ristoranti, ma anche piccoli e grandi eventi, spazi per il divertimento e il relax di cittadini e visitatori; il centro della movida, a un passo dal mare. I miti inverni baresi, infatti, lasciano apertissima la scommessa sull’utilizzo del lido e dei suoi servizi anche nei mesi più freddi.

Il calendario dovrebbe prevedere l’ultimazione delle procedure burocratiche per settembre, così da partire a pieno regime verso ottobre. Ricevuto l’ok dalla ripartizione Appalti, in queste ore la ripartizione Sviluppo economico sta verificando le ultime carte con l’Ati che si è aggiudicata la gara: “Ci vorranno almeno 30 giorni – chiarisce Palone. C’è comunque una certa urgenza, perché è giusto che Torre Quetta torni ai baresi”.

Bando di concessione della spiaggia di Torre Quetta – la vicenda

La vicenda che ha portato alla vittoria della gara da parte di Ideazione-La Lucente-Cube Comunicazione è stata particolarmente lunga e complessa. Due anni fa il precedente concessionario, la società Il Veliero, veniva raggiunto da interdittiva antimafia e il Comune si trovò costretto a rescindere il contratto.

Lo scorso 6 maggio era stato pubblicato il bando di gara, al termine del quale il primo posto era andato a Mapi srl, seguito da la Burrata Bari srl e la Allegroitalia Edutainment srl. I tre soggetti vennero, a fine luglio, esclusi dalla commissione incaricata di valutare le proposte in quanto società collegate fra loro. E così si è arrivati all’Ati Gruppo Ideazione, La Lucente e Cube Comunicazione, che in un primo momento si era classificata al quarto posto.

Per due anni, quindi,  Torre Quetta è rimasta ferma ai box: la Multiservizi si occupava della manutenzione, Amtab gestiva i parcheggi, e la spiaggia libera di Torre Quetta era solo una spiaggia libera, una delle tante in città.

Adesso, però, si prepara la svolta. Nelle mani del concessionario finirà la quasi totalità dei servizi messi a disposizione dalla spiaggia. Il bando di gara, infatti, prevedeva che al soggetto vincitore spettasse la “gestione del parcheggio, con definizione del costo per la sosta determinato dall’amministrazione; del campo di beach volley; dei chioschi e gazebo riservati alla attività di vendita di alimenti e bevande”, come specificato dal Comune.

E, inoltre, oggetto del bando erano anche “gli oneri connessi alla pulizia, alla manutenzione (con esclusione della manutenzione degli impianti elettrici), alla custodia dell’intero compendio e dei bagni pubblici presenti, con esclusione della manutenzione dei pontili e della spiaggia in ciottoli. Nella concessione quest’anno è stato inserito anche il servizio per garantire la sicurezza della balneazione in conformità alle norme vigenti”, concludeva la nota del Comune diramata il 27 aprile scorso.

 

 

Promo