Perchè il Comune di Molfetta non azzera i canoni di affitto delle società dilettantistiche per l’anno 2021?

La proposta è partita da una società di Molfetta, l’ASDAM Pegaso ’93, che è impegnata con il Progetto Gio.Mol nel Campionato di Pallavolo femminile di serie C.

Nel post apparso sulla pagina Facebook della società molfettese si fa riferimento a quanto deciso dal Comune di Trieste che ha azzerato per il 2021 i canoni di affitto delle società sportive dilettantistiche.

Pertanto il Comune di Trieste si farà carico ed esonererà le società sportive dilettantistiche dai canoni di pagamento degli impianti e spazi di proprietà comunale, un modo per offrire sostegno concreto al mondo dello sport, che ha tanto sofferto in questo periodo di pandemia da Covid-19.

A quanto pare non ci ha pensato solo il comune di Trieste. Anche altri comuni italiani stanno adottando questo provvedimento.

Qualche altro comune ha previsto per ogni Società o Associazione Dilettantistica che utilizzi per la propria attività sportiva strutture gestite da altre società a cui versano un canone di utilizzo, il riconoscimento di un contributo economico.

Il tutto per sostenere le società sportive dilettantistiche, che durante l’emergenza sanitaria, hanno subito un duro colpo, soprattutto dal punto di vista economico.

E a Molfetta?
Perché l’Assessorato allo Sport e l’Amministrazione Comunale non prendono in considerazione l’idea di adottare un provvedimento che sia in grado di aiutare le società locali per la ripresa delle attività sportive dilettantistiche?

di Mimmo Spadavecchia

Promo