Puglia: Zullo (Fdi), cure domiciliari occasione da non perdere

Sul potenziamento della medicina del territorio e le cure domiciliari “noi di Fratelli d’Italia daremo un forte contributo affinché si riprenda quel percorso perché non si pensi a cure domiciliari isolate nei contesti organizzativi o, peggio, in contrapposizione con altri setting assistenziali ma a cure domiciliari che siano il fulcro di reti di assistenza capaci di assumere in carico globale e a lungo termine la persona fragile”: lo annuncia il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale della Puglia, Ignazio Zullo.

“Presenteremo – dice – le nostre proposte nella competente commissione Sanità chiedendo di avviare un preventivo ciclo di audizioni con gli attori interessati ad un confronto sereno, qualificato e costruttivo”. “Finalmente – aggiunge Zullo – si può riprendere in Puglia a ricostruire quel modello di rete e di integrazione socio-sanitaria alla base della riforma Fitto, il cui percorso fu interrotto con un’agguerrita quanto fallace ed ingannevole campagna elettorale fondata su slogan di riaperture di ospedali ed abolizione del ticket farmaceutico e conseguenti politiche della salute condotte dal duo Tedesco-Vendola il cui unico risultato non ha condotto nè a riaperture di ospedali nè ad abolizione del ticket ma semplicemente al Piano di rientro, con conseguenti divieti di assunzione ed aumento di tassazione e di quota ticket”.

Promo