Alberobello: in dirittura d’arrivo il nuovo centro polifunzionale su largo Martellotta

È fissata al 30 settembre la conclusione dei lavori per il nuovo centro polifunzionale di Alberobello, dopo le vicende giudiziarie che hanno caratterizzato la genesi dell’opera, risolvendosi poi a favore dell’amministrazione comunale.
L’edificio, che sorge in largo Martellotta – cuore della movida e del turismo nella “Capitale dei trulli” –, ha preso il posto dell’ex mercato coperto ed è stato progettato per ospitare una serie di attività, utili sia alla cittadinanza che ai visitatori. Con una superficie totale di oltre 1.000 mq, offrirà al piano terra una sala da 250 posti destinata ad accogliere spettacoli, mostre, dibattiti e convegni, mentre al piano superiore un’area ristoro con terrazzo panoramico. Per lo svolgimento di eventi in condizioni meteo favorevoli, sarà disponibile anche un palco permanente all’esterno.
Il costo complessivo dell’intervento, suddiviso in due lotti, ammonta a quasi 1,2 milioni di euro, di cui 790mila assegnati dal Patto Polis con risorse ministeriali e i restanti 380mila stanziati dal Comune di Alberobello con l’accensione di un mutuo presso il Gal Sud Est Barese.

Fortemente criticata dal “Comitato cittadino per la riqualificazione dell’area ex mercato coperto”, la struttura è tuttora ritenuta da molti residenti un vero e proprio ecomostro, che per i suoi volumi e il suo stile spiccatamente moderno stride troppo con il contesto monumentale dei trulli. Sono queste le ragioni che avevano portato al sequestro del cantiere da parte dell’autorità giudiziaria nel 2015, durante i lavori del primo lotto, oltre a presunti vizi burocratici e difformità progettuali. Nel 2016 era poi subentrata l’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) con l’ipotesi che l’aggiudicazione dell’appalto fosse illegittima.
Le indagini, tuttavia, si sarebbero concluse dimostrando la piena regolarità delle procedure seguite dall’amministrazione comunale – guidata dal sindaco Michele Longo – e il parere favorevole di tutti gli enti coinvolti nell’approvazione del progetto. In questo modo è stato possibile terminare il primo lotto e appaltare il secondo, che oggi è prossimo alla conclusione assieme ai lavori complementari sulle aree esterne.

«Finalmente Alberobello avrà una struttura multifunzionale nel cuore del centro cittadino. – afferma il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Ricci – Un’altra opera portata a termine dalla nostra amministrazione che si inserisce nel progetto, da sempre voluto sia nel primo che nel secondo mandato, di riqualificazione di tutta la zona monumentale. All’ingresso della struttura sarà creata una piazza con fontane, sedute e alberi che continuerà la pedonalizzazione, già avviata, di largo Martellotta. L’intervento all’ex mercato, insieme ai 3 milioni di euro di finanziamento ottenuti per la riqualificazione del rione Monti e alla realizzazione del parcheggio con 350 posti auto immediatamente a ridosso dell’area monumentale, consentirà un ulteriore sviluppo in termini di accessibilità, vivibilità e miglioramento dell’offerta turistica nel segno di quella che è stata la visione che ci ha guidato in questi anni: la valorizzazione dei nostri trulli che da 25 anni sono patrimonio dell’umanità».

Sui social, intanto, il centro polifunzionale è ancora bersaglio di polemiche e ironia da parte dei cittadini, in particolare per la tettoia metallica considerata l’elemento più inopportuno dell’intero progetto. C’è chi ad esempio la associa ad una stalla, un fienile o un deposito per mezzi agricoli, come pure chi propone costruttivamente di mitigarne la “bruttezza” facendo crescere piante rampicanti. Quel che è certo è che un tale manufatto di architettura industriale, collocato proprio ai piedi del rione Monti – uno dei cinque siti Unesco di Alberobello, nonché uno dei luoghi più visitati e fotografati della Puglia –, continuerà inevitabilmente a strappare critiche e sorrisi anche agli osservatori più distratti.

Promo