Sono originari di Bari i due evasi dal carcere di Trani

Due detenuti originari di BARI sono evasi oggi intorno alle 15 dal carcere di Trani dove erano reclusi l’uno per omicidio, l’altro per rapina e droga. “Adesso è prioritario catturarli”, afferma Federico Pilagatti, segretario nazionale per la Puglia del Sappe, che denuncia: “giravano liberamente per il carcere grazie alla scellerata vigilanza dinamica imposta anni fa dal Dap. Il muro di cinta era sguarnito e il poliziotto della Sala regia ha dato subito l’allarme quando i due hanno scavalcato il muro”.

I due sarebbero poi fuggiti lungo via Andria. Totale il dispiegamento di forze dell’ordine nei pressi del penitenziario e non solo alla ricerca degli evasi. Per Donato Capece, segretario generale del Sappe, “questa di Trani, come quella di Pescara di qualche giorno fa, è una evasione annunciata, frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal Sindacato autonomo polizia penitenziaria sulle condizioni di sicurezza dell’istituto”.

Promo