Rassegna a Maglie Larghe a Palo del Colle

Proseguirà a ritmo di ‘taranta’ la quinta edizione della rassegna​ di performing art A Maglie Larghe ospitata dal​ laboratorio urbano Rigenera di Palo del Colle e organizzata dal collettivo Factor Hill sotto la direzione artistica di Alessandra Gaeta. Il prossimo appuntamento in cartellone è previsto per il il 𝟐𝟗 𝐞 𝟑𝟎 𝐚𝐠𝐨𝐬𝐭𝐨​ e vedrà protagonista la Compagnia Tarantarte, che con la sua danza teatrale, un incrocio tra elementi popolari del sud Italia con elementi del mondo mediterraneo.

Prima tappa di questa due giorni a Palo del Colle, il 𝟐𝟗 𝐚𝐠𝐨𝐬𝐭𝐨 con TARANTA ATELIER, un laboratorio sulla 𝐍𝐮𝐨𝐯𝐚 𝐃𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐏𝐨𝐩𝐨𝐥𝐚𝐫𝐞, tenuto da 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚, direttrice della compagnia e interprete di ethno-contemporary dance.​ Un percorso 𝐚𝐩𝐞𝐫𝐭𝐨 𝐚 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢, danzatori e amatori, 𝐠𝐫𝐚𝐭𝐮𝐢𝐭𝐨, in cui sarà esplorato il mondo della mitologia e degli archetipi. Sarà composto da un massimo di 20 partecipanti e terminerà con uno spettacolo pubblico in 𝐏𝐢𝐚𝐳𝐳𝐚 𝐒𝐚𝐧𝐭𝐚 𝐂𝐫𝐨𝐜𝐞, il 30 agosto. 𝐏𝐞𝐫 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 basta inviare un messaggio Whatsapp al numero: 3338749396 entro il 25 agosto.

<> spiega Maristella Martella, <>.

La seconda giornata, il 30 agosto, la Compagnia Tarantarte sarà invece in scena con lo spettacolo CRETA, nella suggestiva Piazza Santa Croce di Palo del Colle alle 21.00. Creazione originale di danza e musica di 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 (danzatrice e coreografa) e di 𝐆𝐚𝐛𝐫𝐢𝐞𝐥𝐞 𝐏𝐚𝐧𝐢𝐜𝐨 (musicista e compositore), ispirata dal mito di Cassandra, con disegno luci di Tea Primiterra. Un evento reso possibile grazie al sostegno della Regione Puglia (Programma Straordinario 2020) e del Comune di Palo del Colle. Lo spettacolo sarà seguito dal talk a cura di Alessandra Gaeta, durante il quale interverrà la giornalista Gilda Camero.

La Martella, attraverso il mito di Cassandra, interpreta il dramma delle donne di oggi, ancora ai margini della società, sfruttate e violentate, nonostante l’evoluzione della società moderna. Le dee antiche non sono scomparse, esse rappresentano degli archetipi potenti ai quali ci ispiriamo e contro i quali lottiamo, per evolverci e trasformarci. Ci serviamo del mito per riconoscere la realtà in cui viviamo, dei simboli per tracciarne una mappatura e degli archetipi come uno specchio, per comprendere noi stessi. Cassandra, veggente e profetessa, donna priva del dono della persuasione, è il sublime personaggio tragico che ispira CRETA. L’umanità di una donna tormentata dai dubbi, dal trionfo dei giusti presagi, fa da controcanto alla sua solitudine. La sua condizione è quella dell’esule, in un altro luogo e in un altro tempo.

Coreografa, danzatrice e interprete di ethno-contemporary dance, 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐭𝐞𝐥𝐥𝐚 ha fondato con Eugenio Bennato la Scuola Taranta Power a Bologna, una delle prime scuole di Tarantella in Italia. Direttrice della 𝐂𝐨𝐦𝐩𝐚𝐠𝐧𝐢𝐚 𝐓𝐚𝐫𝐚𝐧𝐭𝐚𝐫𝐭𝐞, che con la sua danza teatrale incrocia elementi popolari del sud Italia con elementi del mondo mediterraneo, ha portato in tutta Italia e all’estero la sua interpretazione coreografica corale, visionaria e tutta al femminile del 𝐓𝐚𝐫𝐚𝐧𝐭𝐢𝐬𝐦𝐨. La danza popolare è un serbatoio infinito di esperienze, gesti e movimenti: per questo Maristella Martella porta avanti da anni il suo progetto 𝑻𝒂𝒓𝒂𝒏𝒕𝒂 𝑨𝒕𝒆𝒍𝒊𝒆𝒓, un format di laboratori di danza e coreografia che, attraverso lo studio dei differenti stili di Tarantella, cerca di indagare quello che è 𝙞𝙡 𝙏𝙖𝙧𝙖𝙣𝙩𝙞𝙨𝙢𝙤, 𝙤𝙜𝙜𝙞.

L’ingresso allo spettacolo​ del 30 è consentito previa prenotazione compilando questo form: https://tinyurl.com/5x3sazwa. Maggiori info via mail a factorhill.fh@gmail.com

Promo