Regione: M5S ci ripensa, ora vuole abrogare l’assegno di fine mandato

“Non intendiamo disconoscere la legittimità del trattamento di fine mandato, che è stato introdotto, lo ricordiamo, con il voto favorevole di tutti i consiglieri presenti in aula nell’ultima seduta del Consiglio, anche di chi oggi dice di non esserne stato a conoscenza. Riteniamo però sbagliate le modalità con cui il provvedimento è stato approvato e, soprattutto, il fatto che il relativo emendamento non sia stato approfondito in tutte le sue implicazioni, anche relative alla retroattività, nell’ambito di un chiaro e leale confronto. E’ per questo che riteniamo indispensabile procedere all’abrogazione della norma”.

Lo annunciano i consiglieri regionali del M5S Grazia Di Bari, capogruppo, Rosa Barone, Cristian Casili e Marco Galante. “A seguito dell’abrogazione – proseguono – presenteremo una nuova norma che porti a una completa riformulazione dell’istituto e promuoveremo un dibattito trasparente e leale sul punto con tutte le forze politiche. Riteniamo peraltro che la intera questione vada ridiscussa a livello nazionale. Anche per questo abbiamo trattato il tema in un incontro con il nostro presidente Conte, perché riteniamo giusto che la politica sui Tfm sia perseguita in modo uniforme per tutti i territori regionali”.

Promo