Ruvo, incastrato con le gambe nella fresa del suo trattore: una storia fortunatamente finita bene

La prontezza dei riflessi, la tempestività e la professionalità possono fare la differenza e trasformare una vicenda che avrebbe potuto avere un epilogo non felice in un episodio da raccontare.
Questo il racconto degli operatori della Metronotte di Ruvo.
“Una storia finita a lieto fine, ma che avrebbe potuto avere un epilogo ben più tragico. Nelle prime ore della mattinata odierna un nostro utente chiama disperato in Centrale Operativa. Comunica che durante il suo lavoro è rimasto incastrato con le gambe nella fresa del suo trattore. Il nostro operatore che riceve la telefonata intuisce immediatamente la gravità della situazione. Invia subito sul posto la pattuglia più vicina ed allerta le altre due disponibili nella zona. Non c’è tempo da perdere. Giunti sul posto le nostre tre GPG trovano il trattore ancora in moto e la gamba del malcapitato incastrata. E’ stato necessario forzare il macchinario con delle grosse leve in ferro, da parte di tutti, per sbloccare la morsa e liberare la gamba.
Grazie alla tempestività e al sangue freddo delle nostre GPG, per il Sig. Cantatore, solo tanto spavento e qualche dolorino.
In tarda mattinata, il Sig. Cantatore, ha voluto ringraziare, di persona, tutti gli operatori con una lettera di elogio.
Ai nostri operatori, che ogni giorno si distinguono per il proprio operato, va tutta la nostra stima e ammirazione. Complimenti!!!”
E noi non possiamo che unirci ai complimenti.

Promo