Potenza-Bari 1-1: illude Scavone, spreca Simeri. E Salvemini punisce i galletti

Inizia con un pareggio il percorso del Bari nel suo terzo campionato di Serie C consecutivo. Avvio non facile, come prevedibile: l’1-1 finale, per vari motivi, sa di punto guadagnato. I biancorossi sono ancora indietro nella condizione fisica, coi lucani che per larghi tratti di match hanno corso di più ma senza trovare concretezza sotto porta. Fatale per i rossoblù l’errore dal dischetto nel primo tempo, fatalissimo ai galletti invece l’errore sotto porta di Simeri prima e la dormita generale della difesa dopo, nel secondo tempo, in occasione della rete di Salvemini che ha portato al pareggio finale. La prestazione è stata decisamente con poche bollicine coi biancorossi poco prevedibili, ma la speranza – come auspicato dallo stesso mister – è quella che l’organico possa crescere in fretta. Non sarà facile bilanciare le aspettative della piazza con i lavori in corso. Bene D’Errico, si propongono anche Botta e Cheddira, ma serve ancora qualcos’altro per svoltare. E quella di oggi è stata inoltre con ogni probabilità l’ultima partita di Sabbione coi galletti: per lui cessione vicina.

LA PARTITA. Nel 4-3-1-2 iniziale ci sono delle novità da parte di Mignani: fuori Cheddira e dentro Simeri, come trequartista Scavone rimpiazza Botta che invece parte dalla panchina. L’avvio di gara ci mostra un Potenza decisamente pimpante: subito pericoloso all’8′ con Salvemini che ci prova dal limite, poi al 10′ è un tocco involontario ma scomposto di Sabbione a far protestare gli uomini di Gallo, che vorrebbero un penalty. Esso viene comunque accordato poco più tardi, al 21′: su un tiro verso l’area di Zenuni è Di Cesare a toccare la sfera col braccio. Nessun dubbio stavolta, ma Romero dal dischetto sbaglia: palla alla destra di Frattalli (che peraltro intuisce perfettamente la traiettoria del tiro), ma la palla è troppo angolata e termina fuori. Il Bari si vede poco e fatica a creare trame di gioco, ma alla prima (anzi, unica) occasione della gara passa in vantaggio. Ottimo lo scambio al 41′ sull’asse Simeri-Antenucci-Scavone, con quest’ultimo che beffa con caparbietà Marcone per il momentaneo 0-1. Esplode di gioia lo spicchio di settore riservato ai tifosi baresi. La frazione si conclude con due tentativi pericolosi di Zampa (43′) e Zenuni (45′), ma la palla termina fuori. I galletti, insomma, rischiano e non poco, ma ad inizio ripresa Simeri ha la palla d’oro per lo 0-2. Che però viene sprecata: quasi a tu per tu con Marcone, in posizione regolare, l’attaccante campano sbaglia la conclusione. E per un gol sbagliato, eccone uno subito. Un minuto dopo il Potenza pareggia con Salvemini, che di testa sfrutta al meglio un cross di Vecchi proveniente dalla destra. Al 65′ l’ultimo sussulto degno di nota è di Zappa: Il numero 4 si accentra e calcia sul primo palo dal limite dell’area. Risponde però presente il portiere del Bari. La gara si avvia quindi pian piano verso l’epilogo e senza che vi siano azioni degne di nota, con gli ingressi di Cheddira e di Botta che riescono a dare qualcosa in più alla squadra ma più che altro in termini di velocità e non di pericolosità sotto porta. Finisce così, nella speranza che il cantiere biancorosso possa giungere quanto prima al termine dei suoi lavori per provare a tenere il passo delle squadre maggiormente accreditate per la vittoria finale.

POTENZA-BARI 1-1

Marcatori: 41′ Scavone (B), 53′ Salvemini (P)

Potenza (4-3-3): Marcone, Vecchi, Zampa, Cargnelutti, Coccia (c), Romero (81′ Mazzeo), Ricci (84′ Sandri), Gigli, Salvemini (84′ Baclet), Nigro, Zenuni (90′ Bruzzo)

A disp.: Greco, Petriccione, Volpe, Zagaria, Matino, Benegas, Sepe.  All. F. Gallo

 

Bari (4-3-1-2): Frattali, Belli, Sabbione, Di Cesare (c), Mazzotta, Maita, Bianco, D’Errico, Scavone, Antenucci (75′ Botta), Simeri (61′ Cheddira)

A disp.: Polverino, Plitko, Celiento, Lambiase, Lollo, Mane, Daddario, Fioretti, Dargenio. All. M. Mignani

ARBITRO: Moriconi di Roma 2

Ammoniti: Di Cesare (B), Scavone (B), Zampa (P), Salvemini (P) e Romero (P).

Promo