Xylella: Amati (Pd), Emiliano nomina esponente negazionisti

Sulla Xylella la Regione “incarica una delle voci più forti” contro l’abbattimento degli ulivi infetti. “Ho chiesto un’audizione in commissione della nuova esperta e degli esperti del Cts, Boscia, Nigro, Savino, Cornara e Luisi, per capire se per caso abbiamo sbagliato tutto o per chiedere le dimissioni o la revoca dell’incarico della nominata”.

Lo dichiara il presidente della commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati (Pd), a proposito della nomina di Alessandra Miccoli nel Comitato di esperti costituito dal presidente Michele Emiliano.

“La nuova esperta sulla fitopatologia della Xylella – critica Amati – peraltro laureata in lettere, è stata protagonista di numerose proteste, a Torchiarolo e nella provincia di Brindisi, contestando tutti i piani di contenimento che, realizzati per tempo, avrebbero salvato la Puglia dalla distruzione prima e dall’avanzare del batterio poi. La Miccoli in una intervista all’emittente Tg8 nel 2015 si vantava dell’effetto domino sul blocco degli abbattimenti ottenuto grazie agli innumerevoli ricorsi al Tar, in un passaggio criticava lo stesso Emiliano che oggi la premia con questo incarico. Mi auguro – continua Amati – che Miccoli, non laureata in Agraria, senta la necessità di dimettersi o che Emiliano le revochi l’incarico. Ma intanto ho chiesto la convocazione di Alessandra Miccoli in audizione”.

Promo