Bari. Danneggiata statua in Piazza Redentore, area interdetta alle bici

Saranno riposizionate per modificarne l’orientamento le videocamere installate vicino la chiesa del redentore a Bari dopo che tra il 26 e il 27 agosto scorso la statua dedicata a Maria Ausiliatrice è stata danneggiata dai vandali. Il nuovo posizionamento delle videocamere consentirà di avere una visione completa della zona. È quanto deciso dall’assessore ai Lavori pubblici del Comune di BARI Giuseppe Galasso dopo un sopralluogo a cui hanno partecipato anche il comandante della polizia locale Michele Palumbo e il direttore della ripartizione Lavori pubblici Claudio Laricchia.

La parte antistante il sagrato, attualmente a fruizione pubblica grazie a una convenzione siglata con i salesiani all’epoca della realizzazione della piazza, sarà interdetta all’uso ludico e al transito di biciclette e monopattini con una specifica ordinanza. Saranno inoltre posizionati dei dissuasori sia nello spazio prossimo al sagrato e alla statua danneggiata, sia alla fine di via Crisanzio, nel tratto in cui sfocia nella piazza del Redentore.

Resterà sempre attivo il pilomat a scomparsa già installato in prossimità della chiesa, che si attiverà manualmente a seconda delle necessità. “Sono tutte iniziative che abbiamo individuato nel giro di poco tempo e che saranno perfezionate nelle prossime settimane – commenta Galasso – Stiamo anche valutando l’entità del danno subito dalla statua, per comprendere come meglio intervenire per ripristinarla nella sua interezza restaurando rapidamente e in modo efficace le parti danneggiate”. Per l’assessore gli interventi “completeranno lo straordinario lavoro di riqualificazione messo in atto dall’amministrazione in piazza del Redentore, creando nel cuore del quartiere Libertà un’importante area aggregativa e sociale all’ombra di alberature esistenti opportunamente potenziate ed integrate con nuove piante e nuovi arredi ludici”. “Piazza del Redentore oggi è uno spazio pubblico decisamente più vivibile e sicuro che in passato, presidiato e controllato da un efficace sistema di videosorveglianza regolarmente funzionante e illuminato da un nuovo impianto di illuminazione a led”, conclude Galasso.

Promo