Scuola, pronto il piano per effettuare i test salivari agli studenti dalle elementari alle medie

Vogliamo assicurare alla scuola la continuità didattica in presenza anche per gli alunni che, per età, tra 5 e 12 anni, non hanno accesso a vaccini pediatrici, non ancora disponibili”.

È questo il messaggio che lancia dal dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, la responsabile Anna Teresa Palamara.

Pronto infatti un piano per effettuare test salivari agli studenti delle elementari e medie, in vista della riapertura delle scuole, da ripetere ogni 15 giorni in alcune scuole sentinella individuate dalle Regioni. Un certo numero di studenti verranno sottoposti a test salivari periodici che poi verranno analizzati con la tecnica molecolare.

Speriamo di poterlo attivare gradualmente fin dall’avvio dell’attività didattica e di renderlo pienamente operativo in autunno-inverno, quando i virus respiratori, come il Sars-CoV-2, raggiungono la massima diffusione” – dichiara Palamara – “Non graverà assolutamente sulle famiglie ma si vuole garantire un monitoraggio efficace, uniforme su tutto il territorio nazionale, per controllare la circolazione del virus”.

È stato scelto il metodo di campionamento salivare proprio perchè il prelievo naso-faringeo, oltre che più invasivo, sarebbe stato più complesso” – conclude Anna Teresa Palamara – “Sono stati scelti test della migliore qualità per ridurre al massimo il rischio di risposte di falsi positivi o falsi negativi”.

Mimmo Spadavecchia

Promo