«Sedette e insegnava alle folle dalla barca», il caffè spirituale di mons. Savino

CAFFÈ SPIRITUALE
GIOVEDÌ, 02 SETTEMBRE 2021
GIOVEDÌ DELLA XXII SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO DISPARI)
====☕====

—–•••—–

«Pietà di me, o Signore, a te grido tutto il giorno:
tu sei buono, o Signore, e perdoni,
sei pieno di misericordia con chi ti invoca.» (Sal 85,3-5)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO
Lasciarono tutto e lo seguirono.
✠ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 5,1-11).
In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.
Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare.
Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini».
E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

MEDITAZIONE
San Patrizio [(ca 385-ca 461)
monaco missionario, vescovo],
Confessione, 38-40; SC 249

« Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini »

Sono grandemente debitore a Dio che mi ha concesso una grazia così grande che cioè, per mio mezzo, “popoli numerosi” siano rinati per Dio (…): “Ti renderò luce delle nazioni, perché porti la mia salvezza fino all’estremità della terra”. (…) In questo modo voglio “attendere la promessa” di colui che non mente mai, come ci viene attestato da lui  nel Vangelo: “Verranno dall’Oriente e dall’occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe”. Perciò abbiamo fiducia che i credenti verranno dal mondo intero.
Per questo importa dedicarsi alla pesca come si deve e con vigilanza, secondo l’esortazione e l’insegnamento del Signore che dice: “Seguitemi, vi farò pescatori di uomini”. Dice ancora nei profeti: “Ecco, io invierò numerosi pescatori e cacciatori”. Per questo era molto importante gettare le nostre reti, affinché “una quantità enorme [di pesci]”, cioè “una folla” di gente sia presa per Dio e che, per battezzare ed esortare il popolo, ci siano ovunque sacerdoti, secondo la parola del Signore: “Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato; Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE
Dio onnipotente,
unica fonte di ogni dono perfetto,
infondi nei nostri cuori l’amore per il tuo nome,
accresci la nostra dedizione a te,
fa’ maturare ogni germe di bene
e custodiscilo con vigile cura.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

******
«Venite dietro a me, dice il Signore,
vi farò pescatori di uomini.» (Mt 4,19)
In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.
+ don Francesco

Promo