Ferrovie: Fit Cisl, serve azione di prevenzione e controllo

“Dopo l’incidente sulla adriatica nel Foggiano è necessaria una maggiore, fattiva ed efficace azione di prevenzione e controllo circa la viabilità su strada, da integrarsi con le costanti azioni di messa in sicurezza delle infrastrutture ferroviarie”. Così il Segretario della Fit Cisl Puglia, Franco Spinelli riguardo l’incidente lungo la tratta ferroviaria Adriatica che ha causato una prolungata interruzione della circolazione dei treni, a causa di un mezzo pesante che, transitando su un cavalcavia della Strada Provinciale 65, ha urtato il bordo provocando la caduta sui binari sottostanti di pezzi di consistenti dimensioni e peso, interrompendo la linea aerea e di conseguenza la circolazione sia per i treni Regionali che per i treni a lunga percorrenza (via Roma e via Milano).

“Fortunatamente – osserva Spinelli – non ci sono stati danni a persone e mezzi, ma il notevole ritardo subito dal traffico ferroviario ha inficiato l’operatività e la sicurezza, affidate alla Società RFI, quale gestore di rete del Gruppo FSI. Meno male che non ci siano stati infortuni a viaggiatori” .

Promo