Decreto Legge Infrastrutture: Fi Puglia, decreto riduce gap Nord-Sud

“Con il capitolo Sud del decreto legge Infrastrutture si è compiuta una svolta epocale per il Mezzogiorno d’Italia: finalmente si inizia a fare sul serio per colmare il divario tra Nord e Sud del Paese ed eliminare le diseguaglianze. Siamo orgogliosi di questo straordinario risultato che porta la firma del governo Draghi ed è il frutto dell’impegno incessante del ministro Carfagna e di Forza Italia”. Lo dichiarano il commissario regionale di Forza Italia in Puglia, l’onorevole Mauro D’Attis, e il vice commissario, il senatore Dario Damiani.

“L’intervento più significativo – sostengono – è certamente quello per eliminare il gap infrastrutturale: 4,6 miliardi di euro dal Fondo perequativo per gli anni 2022-33 per rimettere in pista le Regioni del Sud. Per la prima volta dopo 12 anni, verrà effettuato un censimento delle infrastrutture nei territori, i cui esiti saranno noti il 30 novembre e di lì si potrà avviare la fase progettuale. Un altro intervento di grande rilievo è quello a sostegno della progettualità dei Comuni al di sotto dei 30mila abitanti: 135 milioni di euro per consentire a questi enti di avvalersi anche di professionisti esterni per redigere i progetti da finanziare con il Pnrr e i fondi europei”.

Promo