Puglia. PSR, Fitto: «Sempre ultima per utilizzo Fondi Europei»

“Nell’Agricoltura pugliese il disastro politico-amministrativo-organizzativo degli anni precedenti, e in modo particolare della scorsa legislatura, è stato così devastante che, nonostante gli sforzi del nuovo assessore Pentassuglia, è difficile poter recuperare. Per cui, dati AGEA, la Puglia resta maglia nera per l’utilizzo dei fondi europei ed è molto probabile (anzi quasi certo) che per il terzo anno consecutivo non riuscirà a spendere le risorse messe a disposizione. Allo stato attuale (dati AGEA) il disimpegno al 31/12/2021 è pari ad euro 275.136.295, comprensivo della Quota FEASR pari ad euro 166.457.459”. LO scrive il co-presidente del gruppo europeo dei Conservatori ECR-FDI, Raffaele Fitto.

“La Regione Puglia spera forse che la Commissione Europea sarà ancora una volta benevola e concederà la terza proroga? E’ questa la strategia che si pensa di mettere in atto? Perché altrimenti è difficile spiegare come mai al 31 agosto scorso la Puglia registra un avanzamento della spesa sulla dotazione complessiva pari al 47,39%, una percentuale notevolmente inferiore sia alla media nazionale al 64,13% che a quella delle Regioni del Sud al 58,97%. Non solo, la Puglia è ultima, con un preoccupante 0,00% di avanzamento della spesa dell’anno d’impegno 2018 (regola dell’N+3), rispetto alla media nazionale del 74,81% e delle Regioni del Sud pari al 55,16%” continua.

Promo