Regione, firmato protocollo d’intesa per somministrazione farmaci agli studenti bisognosi in orario scolastico

Agli studenti pugliesi che seguono delle terapie, in particolare chi è affetto da malattie croniche, in orario scolastico, potranno essere somministrati dei farmaci.

È questo il senso del protocollo d’intesa, sottoscritto in Regione Puglia, con Asl e l’Ufficio scolastico regionale.

Il documento è stato sottoscritto dal direttore del dipartimento salute, Vito Montanaro, dal direttore dell’USR, Giuseppe Silipo e dai direttori generali delle Asl pugliesi.

Le somministrazioni saranno effettuate solo quando non possano avvenire al di fuori dell’orario scolastico e quando la mancata assunzione può causare danni alla salute degli studenti.
In tutto deve avvenire su richiesta scritta dei genitori-tutori con tanto di prescrizione medica.

Sarà quindi fornita una formazione specifica al personale scolastico nell’ambito dei protocolli della sicurezza sul lavoro, oppure potranno somministrare i farmaci i genitori-tutori, gli stessi studenti in auto somministrazione se maggiorenni o autorizzati dai genitori.

È previsto l’allestimento di specifici locali dedicati alla conservazione e somministrazione dei farmaci.

In questo modo viene salvaguardato il diritto allo studio di tutti gli studenti, come ha sottolineato soddisfatto dell’accordo raggiunto il direttore dell’USR, Giuseppe Silipo.

Mentre Vito Montanaro, direttore del dipartimento salute ha ricordato che il protocollo pugliese ha fatto da apripista ed è stato utilizzato anche da altre regioni italiane.

Nel caso in cui le somministrazioni richiedessero specializzazioni o capacità tecniche, dovrà intervenire il personale qualificato delle ASL, sempre in orario scolastico.

Mimmo Spadavecchia

Promo