Droga, arrestati due pusher baresi a Monopoli

Continua indisturbato l’uso della droga nel Capoluogo pugliese e nei paesi della città metropolitana. Partendo da Bari, alcuni pusher si dirigono su appuntamento dai clienti, per non destare sospetti e per non farsi notare, mentre altri continuano la vendita nelle piazze o nei luoghi di ritrovo soprattutto dei giovani.

Da tempo, le forze dell’ordine stanno organizzando servizi ad hoc mirati a contrastare il fenomeno della droga, per frenare il consumo al dettaglio e contestualmente ricostruire i percorsi di approvvigionamento e il giro d’affari.

Questa volta, un servizio specifico è stato organizzato dai Carabinieri di Monopoli. nell’ultima settimana, i militari della locale Stazione hanno arrestato e condotto nel carcere di Bari due baresi, uno di 58 anni e una di 46 anni, già con precedenti specifici alle spalle, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Prima è stato fermato una settimana fa il 58enne che tentava di disfarsi di 6 dosi di cocaina mentre, nel pomeriggio di venerdì è stato sorpreso il 46enne che nascondeva 7 dosi di cocaina in tasca. Complessivamente i Carabinieri hanno sequestrato 7,5 grammi di cocaina e 500 euro in contanti, ritenuti frutto dell’attività di spaccio.

I controlli non si fermeranno in tutta la provincia di Bari. Anche perché con il Covid e durante i lockdown, i pusher e i clienti hanno inventato nuovi modi di approvvigionamento della droga per evitare i controlli e gli assembramenti, uno fra tutti è l’invio via posta della droga a casa. I canali di rifornimento sono dunque sempre tanti, ecco perché l’attenzione resta sempre alta.

Promo