Melchiorre su Fiera del Levante: è un arrivederci o un addio alla Campionaria barese?

«Sabato prossimo Bari si sveglierà senza la sua Fiera del Levante.
L’11 settembre si sarebbe dovuta tenere l’85esima edizione della campionaria con la consueta inaugurazione alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri che, come tradizione, nel suo discorso, apriva dopo la pausa estiva la stagione politica e economica del Paese, annunciando progetti e impegni del Governo per il Mezzogiorno.
Oggi perdiamo un’occasione importante di visibilità per il nostro Sud, per la Puglia, per Bari. Siamo orfani di un appuntamento che caratterizza la nostra identità da decenni e che influisce in maniera rilevante sulla vita sociale, economica e politica della nostra città. E’ un duro colpo per il nostro territorio, anche se in pochi se ne sono veramente resi conto.
Ci sembra difficile accettare le motivazioni per le quali quest’anno la Fiera non si sia potuta fare. Le fonti ufficiali dicono per mancanza di adesioni da parte delle aziende. Le stesse aziende che lo scorso anno, in piena pandemia e senza vaccini, hanno consentito che la Fiera del Levante si svolgesse in assoluta sicurezza.
Era importante che quest’anno la Fiera si celebrasse. Era l’occasione giusta per chiedere al premier di Draghi di non abbandonare il Sud e la Puglia in questo momento di ripartenza economica, di ripartizione dei fondi del Recovery Fund.
Avremmo chiesto al Presidente del Consiglio di approfittare di queste ingenti disponibilità finanziarie che arrivano dall’Europa per investire e tornare a credere nelle potenzialità del Mezzogiorno, annullando quel divario fra Nord e Sud che dal dopoguerra ci penalizza.
E invece, ci ritroveremo a celebrare il funerale della Fiera del Levante.
Oggi, il quartiere fieristico nell’immaginario dei baresi è quello dove c’è l’Hub dei vaccini e l’Ospedale Covid. Ci siamo dimenticati di quei luoghi popolati di gente, investitori, visitatori, Ministri, delegazioni estere.
Avevamo avanzato la proposta di non interrompere questo appuntamento promuovendo una Fiera del Levante “virtuale” che consentisse comunque l’incontro fra operatori economici e buyers. Non abbiamo avuto risposte e ci chiediamo se quest’anno sia solo un “arrivederci” o un “addio” definitivo alla nostra cara Fiera?».

Lo scrive in una nota Filippo Melchiorre, Capogruppo Fratelli d’Italia al Comune di Bari

Promo