Il concerto “Musica al femminile con il quartetto flauti image” a Bari, nel Cortile della Chiesa di San Marco (quartiere Japigia)

Le donne hanno sempre rivestito un ruolo importante nel mondo dell’arte. Non solo come muse ispiratrici, ma anche e soprattutto come artiste, segnando la storia di intere generazioni e contribuendo alla crescita e al cambiamento sociale e di intere correnti artistiche. Anche nel campo musicale. Da qui nasce l’idea del concerto “Musica al femminile” organizzato dall’’EurOrchestra da Camera di Bari con il Quartetto di Flauti Image e in programma per domenica 19 settembre, alle 20, nel Cortile esterno della Chiesa di San Marco (quartiere Japigia, Via Caldarola 50).

Il Quartetto, nato nel 2005 con l’intento di divulgare il vasto e poco conosciuto repertorio per formazione di 4 flauti, è composto da Beatrice Petrocchi, Agnese Cingolani, Cecilia Troiani e Vilma Campitelli.

Tema del concerto è il contributo delle donne nella cultura e nel sociale, e verrà sviluppato in un’ottica musicale, che valorizzi la promozione e presentazione di musica creata e composta da donne in ogni tempo ed in ogni parte del mondo, e dedicata particolarmente ad uno strumento antico e magico come il flauto.

Durante il concerto il Quartetto di Flauti Image eseguirà musiche composte dalle Donne per 1, 2, 3 e 4 Flauti e inserite nel recente cd dal titolo Flute Image di Donne. Le composizioni che verranno eseguite sono a cura di: di Antonio Vivaldi/Angela MontemurroEnrica Sciandrone, Tomy Plathottam/Francesca Virgili, Lynn Job, James Ross CareyAgnes Bashir – DzodsoevaLiz SharmaSilvina Ethel Shifman e Angela Montemurro.

“Il flauto unisce con il suo suono soave, ma anche penetrante e tremulo, o spensierato e garrulo, l’umano e il divino, e riesce a imitare il canto degli uccelli, fino a divenire anche voce che spesso accompagna, alla sua, la voce delle donne: già nella antichità il canto delle madri, il primo canto che accompagnava la nascita, si legava spesso al suono del flauto, che poi man mano diveniva messaggero degli Dei – racconta Angela Montemurro – . L’arcaica Syrinx, l’antico flauto, che deve il suo nome a una ninfa trasformata dal dio Pan in canna palustre, dal delicato suono che vibrava al vento, aveva già avuto una menzione particolare nella Sacra Bibbia come strumento a fiato creato da Jubal, discendente della stirpe di Adamo. Nella storia successiva – prosegue la presidente di Parnasodonneinmusica – il flauto ebbe grande fortuna e si diffuse sia nella musica sacra sia in quella profana, sia in quella popolare, fino a divenire il principe degli strumenti nell’orchestra moderna. Le antiche “musicanti” ne sono state “suonatrici”, come riportato in molte iconografie storiche, e tante artiste hanno creato partiture e spartiti per questo strumento”.

La giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Bianca Chiriatti curerà le interviste alle artiste presenti. Seguirà la presentazione del Compendium Musicae Flauta a cura di Vilma Campitelli: un catalogo universale delle composizioni per flauto di compositrici dei cinque continenti (100 nazioni) scritte tra il XVI e il XXI secolo. Introdurrà la serata Barbara Mangini.

La serata è organizzata in collaborazione con l’associazione PARNASODONNEINMUSICA, nata nel 2006 in seno all’EurOrchestra da camera di Bari, per promuovere in Puglia il principio di Pari Opportunità in tutte le Arti. L’Associazione, presieduta dalla compositrice Angela Montemurro, fa parte del Comitato d’Onore della FONDAZIONE ADKINS CHITI DONNE IN MUSICA, membro del Consiglio Internazionale per la Musica dell’UNESCO e dell’European Music Council, attiva dal 1978 e riconosciuta in campo internazionale per la sua attività di ricerca e promozione delle musiche delle donne. PARNASODONNEINMUSICA ha collegamenti a livello mondiale con le altre associazione di artiste, attraverso la rete delle Donne in Musica, che comprende circa dodicimila compositrici di 100 Paesi.

Quartetto di Flauti Image

Il gruppo è composto da Beatrice Petrocchi, Agnese Cingolani, Cecilia Troiani e Vilma Campitelli. Nato nel 2005 con l’intento di divulgare il vasto e poco conosciuto repertorio per formazione di 4 flauti. Possiede un repertorio esecutivo dal XVI al XXI secolo e include l’uso di tutta la famiglia del Flauto: ottavino, flauto in do, flauto in sol e flauto basso. Grazie alla collaborazione con la “Fondazione Adkins Chiti Donne in Musica” di Fiuggi (Italy) l’ensemble ha partecipato al progetto europeo Wimust 2011 al fine di creare maggiore conoscenza, condivisione, mobilità e scambi interculturali tra musicisti e compositrici di tutta Europa con performance in prestigiosi teatri e auditorium. Ha all’attivo un ampio numero di esecuzioni in importanti sedi italiane e straniere.

Il Quartetto Image ha registrato per Radio Vaticana, Radio Cemat e inciso per le case discografiche Corrado Productions (Italia), Edipan (Italia) e Fabrik Musik (Francia).

L’Ensemble affianca ad opere famose esecuzioni di lavori poco conosciuti, trascrizioni e musica d’uso, con particolare attenzione ai materiali inediti, repertorio multiculturale e repertorio di compositrici.

Le componenti sono tutte impegnate in attività professionale, in studi e ricerche nel mondo flautistico e didattico. Hanno recentemente inaugurato una rubrica web SPAZIO FLAUTO, dedicata all’incontro con compositrici e compositori, e alla divulgazione dei nuovi repertori per quartetto di flauti.

Promo