Migranti: tre giovani eritrei studieranno in Ateneo Bari

Sono arrivati a Bari tre giovani rifugiati che grazie ad altrettante borse di studio nell’ambito del progetto Unicore (University Corridors for Refugees) studieranno all’Universita’ di Bari. Gli studenti, provenienti dall’Eritrea, dopo il periodo di quarantena per l’emergenza Covid, inizieranno il loro percorso universitario nelle facoltà di Informatica e Fisica. Saranno ospitati negli appartamenti messi a disposizione dalla parrocchia di San Luca.

La Caritas di Bari-Bitonto, con la comunità parrocchiale di San Luca, si occuperà dell’accoglienza residenziale, dell’accompagnamento, dell’inserimento sociale e del sostegno all’integrazione dei beneficiari. Il progetto è stato avviato a livello territoriale in collaborazione Uniba, Comune e associazione Migrantes, sotto il coordinamento di Caritas Italiana. “Questa accoglienza – si legge in una nota – vuole portare una speranza per un futuro diverso a questi giovani che, in molte occasioni avendo visto solo guerra, violenza e distruzione nella loro vita, possono investire con creatività per il proprio futuro che diviene architrave necessario per un futuro di pace per tutti”. A livello nazionale il progetto, nato nel 2019, ha visto fino ad ora il coinvolgimento di 28 atenei che hanno messo a disposizione negli ultimi tre anni oltre 70 borse di studio destinate a rifugiati provenienti da Eritrea, Somalia, Sudan, Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo.

Promo