Vaccini, da lunedì 20 settembre terza dose in tutta la Puglia

La circolare della Regione Puglia ha annunciato che da lunedì 20 settembre inizierà la campagna di somministrazione della terza dose del vaccino anti covid per alcune categorie di pazienti con fragilità, ovvero nei soggetti sottoposti a trapianto d’organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria.

Per far fronte a questa nuova campagna e per completare le vaccinazioni delle altre fasce di età arriveranno in Puglia 398.970 dosi di vaccini.

Ricordiamo che la Regione Puglia vanta il miglior dato relativo alla copertura per gli over 50 con 5.660.119 somministrazioni di dosi. Solo il 6.7% non ha ricevuto la prima dose, mentre il 71% dei pugliesi ha completato il ciclo vaccinale e le Asl potranno rimodulare l’offerta di vaccinazione anche a “sportello” per tutti, per raggiungere la massima copertura.

Per l’ASL BARI lunedì alle ore 10:30 nell’ambulatorio vaccinale ospedaliero del Di Venere avrà accesso il primo gruppo dei 500 pazienti in dialisi seguiti dalla Unità operativa complessa di Nefrologia e Dialisi del Di Venere ed entro il 15 ottobre le somministrazioni saranno completate. Ad Altamura, sempre lunedì dalle ore 14 in poi, le prime dosi addizionali saranno somministrate a 60 pazienti nefropatici, in dialisi e trapiantati.

Sempre lunedì 20 settembre alle ore 14:30 negli ambulatori vaccinali (ex pronto soccorso) del Policlinico di Bari la somministrazione delle terze dosi per i pazienti fragili. Sono in tutto 8.600 i soggetti in cura nelle unità operative ospedaliere che hanno priorità nella vaccinazione, secondo le indicazioni fornite dal piano ministeriale e dalla circolare regionale. A ricevere la dose aggiuntiva, necessaria a rafforzare la risposta immunitaria, saranno per primi i pazienti dializzati: in 150 sono stati già convocati e saranno vaccinati negli ambulatori allestiti al Policlinico di Bari. A partire da mercoledì toccherà ai pazienti trapiantati e reumatologici. Il calendario messo a punto dalla control room consentirà di vaccinare con la terza dose circa 500 persone al giorno. Le vaccinazioni saranno eseguite da equipe miste formate da igienisti e da specialisti di branca (nefrologi, gastroenterologi, reumatologi).

L’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, sta predisponendo l’avvio delle somministrazioni delle terze dosi di vaccino anti Covid-19 per i propri pazienti.
Saranno sottoposti alla dose addizionale i pazienti onco-ematologici e oncologici in trattamento attivo con farmaci immunisoppressivi, mielosoppressivi e coloro che hanno sospeso le cure da meno di 6 mesi. Si stima così di raggiungere circa 5000 pazienti, già vaccinati nel centro vaccinale allestito nell’istituto oncologico barese dallo scorso aprile. Anche per le terze dosi, sarà il personale dell’Istituto a contattare i pazienti, secondo le scale di priorità definite dalla Regione e dal Ministero, fissando giorno e ora delle somministrazioni. Il calendario dettagliato sarà definito anche in base alle dosi di vaccino consegnate. Nel team di somministrazione, ci saranno fra gli altri oncologi, infermieri e psicologi.

Anche la Asl di Brindisi è pronta per la somministrazione della terza dose di vaccino anti Covid alle categorie di utenti fragili individuate dalla circolare regionale del 15 settembre 2021.

Nella mattinata di lunedì 20, al PalaVinci di Brindisi saranno vaccinati circa 150 pazienti tra trapiantati renali e dializzati peritoneali: le attività saranno a cura dell’Unità operativa di Nefrologia e Dialisi.

Il 22 settembre, poi, sarà la volta dei pazienti oncologici in cura all’ospedale Perrino e il 26 settembre toccherà agli altri pazienti dializzati, secondo i calendari in corso di stesura.

Tutte le operazioni di somministrazione della terza dose di vaccino agli utenti fragili saranno coordinate dalle unità operative di riferimento delle patologie previste.

Inoltre, il Dipartimento di Prevenzione sta provvedendo a stilare il calendario dei prossimi appuntamenti.

Anche nella Asl BT lunedì 20 settembre cominceranno le somministrazioni delle terze dosi di vaccino anti-Covid per le categorie di pazienti fragili previsti dalle circolari ministeriali e regionali. Si comincia, presso il centro vaccinale allestito all’ospedale Dimiccoli di Barletta con i primi 50 pazienti afferenti alla unità operativa di Oncologia ed Ematologia. I pazienti saranno chiamati e programmati a partire già da lunedì.

Pure la ASL Foggia ha avviato la programmazione della somministrazione delle terze dosi di vaccino anti COVID. Dal 20 settembre partiranno le sedute vaccinali rivolte ai pazienti nefropatici e dializzati in cura presso i presidi ospedalieri di Cerignola e San Severo: a Cerignola riceveranno la terza dose i primi 15 dei 60 pazienti già vaccinati presso la struttura; a San Severo sono stati chiamati i primi 10 dei 50 pazienti che hanno già ricevuto prima e seconda dose.
Il referente malattie rare della ASL Foggia, inoltre, ha individuato le persone affette da immunodeficienze primitive che hanno ricevuto le prime due dosi presso i centri di cura, i medici di medicina generale e i punti vaccinali aziendali in modo da programmare la terza somministrazione nella stessa sede.

Al Policlinico Riuniti di Foggia, le sedute dedicate alle categorie previste inizieranno da lunedì 20 settembre alle ore 14.30, con slot dedicati a ciascuna di esse.

Anche ASL Lecce organizza la somministrazione della dose addizionale per le categorie individuate dalla Circolare Regionale del 15 settembre. A partire dal 20 settembre i Pazienti individuati come target saranno contattati direttamente dai centri specialistici in cui sono stati vaccinati. In particolare:
Trapiantati e in attesa di trapianto: DEA Vito Fazzi
Soggetti sottoposti a terapia a base di cellule CRAT, Oncologici ed ematologici: DEA o altro Presidio ospedaliero da parte dell’UO Oncologia/Ematologia di riferimento
Dializzati: da parte della Rete nefrodialitica – UO Nefrologie di riferimento
AIDS: Centro infettivologico di riferimento
Pregressa splenectomia: presso i Centro Vaccinali dove è stata eseguita la vaccinazione.
Per i pazienti con immunodeficienza, presi in carico finora da diversi erogatori vaccinali (centri specialistici, Hub, Mmg) si sta valutando la possibilità che siano chiamati direttamente dai Centri Vaccinali nei quali hanno effettuato il ciclo vaccinale.
I Pazienti che non dovessero ricevere chiamata attiva entro il 4 ottobre – e hanno patologie per le quali risultano beneficiari della dose addizionale – potranno fare riferimento ai PVP del Distretto di afferenza (per informazioni e/o somministrazione della dose).

Infine all’Asl Taranto sono state attivate le operazioni per la somministrazione della terza dose del vaccino anti Covid per i pazienti fragili, come previsto dalla circolare regionale del 15 settembre.
Da lunedì 20 settembre partiranno le vaccinazioni in tutti gli ospedali di Taranto e provincia dei pazienti già contattati direttamente dalle strutture di riferimento, nel rispetto dei calendari in definizione in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione. Al SS. Annunziata e al Moscati di Taranto e a Grottaglie, Martina Franca, Manduria e Castellaneta, tutti i pazienti fragili, così come avvenuto con le prime dosi, saranno vaccinati dagli specialisti delle strutture.

di Mimmo Spadavecchia

Promo