Puglia: assessore Leo, al via oggi “Summer school” Politecnico di Bari

Questa mattina l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione della Puglia, Sebastiano Leo, è intervenuto alle attività di apertura della “Summer school” organizzata dal Dicar del Politecnico di Bari “Beyond Agrotown – Processi di rigenerazione nel periurbano del territorio dei Comuni di Carpino e Cagnano Varano (Fg) per la riconversione di insediamenti produttivi spontanei nell’area Parco Nazionale del Gargano”, finanziata da Adisu Puglia e Regione Puglia e patrocinata dai due Comuni garganici.

La Summer school, in programma dal 20 al 25 settembre e rivolta a studenti laureandi e laureati, è concepita come un workshop residenziale presso il Palazzo baronale di Carpino e il Museo del territorio e della cultura lagunare di Cagnano Varano (Fg), articolato in tre fasi principali: conoscenza del territorio, inquadramento del problema, individuazione delle strategie. Queste tre fasi saranno integrate fra loro dall’approccio interdisciplinare e local oriented che caratterizzerà i lavori, nonché dal confronto delle attività previste con figure professionali, esperti e forze imprenditoriali che operano sui territori, si legge in una nota della Regione Puglia.

“Dopo lo stop legato all’emergenza sanitaria da Covid – si legge in una nota – riprendono le attività della misura regionale rivolta alle università pugliesi e finalizzata al finanziamento di attività di trasferimento dei saperi, attraverso l’organizzazione di Summer School. Queste “scuole estive” nascono per riflettere e studiare in contesti speciali, attraverso una full immersion di 5/6 giorni, in luoghi fuori dai tradizionali circuiti formativi che favoriscono il confronto, la riflessione, l’elaborazione creativa, stimolando in questo modo la comunicazione formale e informale e migliorando la propria capacità di teamworking.

Le aree di interesse risultano variegate, dai temi legati alla salute, sanità e alimentazione, al turismo ecosostenibile, alla robotica, al marketing, ai temi più strettamente connessi alle risorse dei territori: tutte caratterizzate da approfondimenti affidati a docenti ed esperti qualificati, molti di estrazione internazionale e da attività formative sul campo svolte con metodo innovativo e multidisciplinare. Una grande opportunità, dunque, messa al servizio del territorio per consentire a studenti, laureati, giovani professionisti di confrontarsi anche con un ambiente internazionale e scoprire la qualità della didattica e della ricerca degli Atenei pugliesi, in ambiti disciplinari specifici di grande interesse e attualità”.

Promo