Bariseranews.it – Oltre la notizia

Bari-Monopoli 1-0, Mignani: «Fuga? L’obiettivo non è arrivare a 17 punti»

71 Visite

Il Bari fa suo il derby: 1-0 contro il Monopoli al San Nicola, un goal di Scavone al 34’ della ripresa vale il +4 sulle seconde, con 17 punti che valgono il primato. Ma mister Michele Mignani veste i panni del pompiere e spegne gli entusiasmi facili: «Fuga? L’obiettivo del campionato non è arrivare a 17 punti».  

Il tecnico aggiunge: «Tifosi e risultato sono due cose belle. È bello sentire l’incitamento della gente. Il risultato premia il lavoro della squadra, una vittoria meritata nonostante un po’ di sofferenza finale». 

A decidere è Scavone, su cross di Ricci. Due che sembravano in predicato di uscire poco prima di realizzare il goal vittoria. Mignani la spiega così: «Non doveva uscire Scavone, Ricci sì. La possibilità di cambiare deve diventare la forza del Bari. Quando vedi che c’è qualcosa da migliorare ci provi; a volte va bene, a volte no. Ho visto un ottimo primo tempo, era la terza partita in una settimana e non era semplice. Le partite sono aperte fino al 95’, è troppo importante trovare continuità di risultato. Noi oggi dovevamo fare di tutto per provare a vincerla, e con un po’ di sofferenza l’abbiamo portata a casa».

Giacomo Ricci

Sulle scelte di formazione (fuori Antenucci, dentro Marras dal 1’) e su alcuni singoli, Mignani dice: «Credo moltissimo in Antenucci, ci farà vincere le partite. All’inizio avevo un’idea diversa, ci sono giocatori che stanno fuori tre partite, altri che magari giocano oggi e stanno fuori la prossima. Non ci sono titolari. nel mio modo di ragionare ci sono coppie che si sposano meglio di altre. Marras lavora bene in ampiezza e fra le linee, l’ho accoppiato con un giocatore più fisico. Scavone è un grande professionista, si è allenato per dimostrare di poter giocare e ha sfruttato l’occasione Di Cesare? Ha preso una botta, l’ematoma non gli permetteva di correre». 

Sorrisi anche per Giacomo Ricci, autore dell’assist per il goal vittoria. Nel post gara il terzino biancorosso dice: «Una vittoria voluta, l’avevamo preparata così. Loro non hanno fatto niente di eccezionale, nel primo tempo abbiamo avuto difficoltà a uscire; poi nella ripresa abbiamo trovato il goal.  Loro giocando a cinque dietro chiudevano bene sugli esterni. Nella ripresa abbiamo trovato metri e siamo riuscita a uscire con la palla. Il pubblico? È stato bello, è il nostro dodicesimo uomo in campo». 

Promo