Bariseranews.it – Oltre la notizia

Nessuna responsabilità civile in processo per la BpB. Ma i risparmiatori possono chiedere risarcimento

100 Visite

La Banca Popolare di Bari non sarà responsabile civile nel processo nei confronti dei suoi ex vertici perché nei confronti dell’istituto di credito è stato violato il diritto di difesa in relazione alla mancata notifica di accertamenti tecnici irripetibili. Questo è quanto ha deciso il Tribunale di Bari: accolta così l’eccezione sollevata dalla banca, che nel processo è già costituita come parte civile e che oggi è stata estromessa nel suo ruolo di responsabile civile.

L’estromissione, tuttavia e secondo il provvedimento del tribunale, non pregiudicherebbe il diritto delle parti civili (tra cui vi sono migliaia di azionisti) a chiedere un risarcimento dei danni in sede civile. Il processo è a carico di Marco e Gianluca Jacobini, padre e figlio rispettivamente ex presidente ed ex condirettore generale dell’istituto di credito barese: l’accusa nei loro riguardi è quella di aver falsificato per anni i bilanci e i prospetti, e di aver ostacolato l’attività di vigilanza di Bankitalia e Consob.

Promo